Bonus bebè 2017 anticipato raddoppiato e fino a cinque anni novità

Nuovo Bonus bebè 2017, ultime notizie legge di Bilancio per l'assegno natalità Inps raddoppiato l'importo, anticipato in maternità e fino a cinque anni

Commenti 0Stampa

Bonus bebè 2017 anticipato raddoppiato e fino a cinque anni? Si è questa la novità che troveremo nel testo della nuova Legge di Bilancio 2017, ex Legge di Stabilità, e che il Govenro Reni si appresta a presentare e a far approvare dall’Esecutivo, prima del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre.

Tra le novità più importanti che riguardano appunto il bonus bebè, è che viene anticipato, raddoppiato nell’importo e sarà per cinque anni, e non più solo perder anni, come è previsto dalla normativa attuale.

Vediamo quindi quali sono le novità bonus bebè 2017 confermate dal Ministro della Salute, Lorenzin.

 

Bonus bebè 2017 anticipato raddoppiato e fino a cinque anni:

Fino adesso, il bonus bebè, è stato un assegno natalità pari a 80 euro al mese per ogni figlio nuovo nato, adottato o in affido, per le famiglie con un ISEE inferiore a 25mila euro, e pari a 160€ mensili per chi, invece, ha un Isee di 7mila euro.

Un bonus questo, della durata massima di 3 anni dalla data di nascita del bebè o dell'entrata in famiglia del minore nei casi di affidamento o adozione.

Ora con la nuova Legge di Bilancio 2017, ex Legge di Stabilità, tutto questo potrebbe cambiare, in meglio.

Sulla base delle ultime dichiarazioni della ministra Lorenzin, a capo del Ministero della Salute, con la nuova Manovra potrebbero arrivare importanti novità per le famiglie, ossia, un bonus bebè 2017 anticipato raddoppiato e fino a cinque anni di età del bambino.

 

Bonus bebè 2017 fino a cinque anni: nuova durata

Fino ad oggi, il bonus bebè ha avuto una validità massima di 3 anni, calcolata a partire dalla data di nascita del nuovo nato o da quella di entrata del minore adottato o in affido, in famiglia. 

Ora stando alle affermazioni e quanto anticipato dalla ministra Lorenzin, con la nuova legge di Bilancio, dovrebbe essere introdotta una nuova durata bonus bebè 2017 fino a cinque anni.

Cosa significa? Che le famiglie potranno contare sul nuovo beneficio fino al compimento del 5° anno di età del figlio o della sua entrata in famiglia in caso fosse adottato o in affidamento.

Inoltre, tutte le neo mamme e i papà che hanno fatto richiesta  del bonus nei precedenti due anni, potranno continuare a riceverlo senza interruzione a patto, però, che abbiano richiesto il nuovo ISEE 2017 entro il 31 gennaio 2016 comunicando i nuovi dati all’Inps.

Qualora la famiglia non riesca a richieder un nuovo Isee entro entro il suddetto termine, il bonus bebè verrà erogato fino al mese di febbraio, dopodiché sarà sospeso fino a quando non verrà consegnata la nuova dichiarazione del reddito. Una volta presentato il nuovo modello Isee 2017, l’erogazione del bonus bebè sarò ripristinata e verrano pagati anche i mesi arretrati.

Per presentare la domanda bonus bebè 2017:

  • Accedere ai servizi online www.inps.it e autenticarsi con il PIN inps dispositivo, oppure;
  • Chiamare il numero verde 803.164 per chi chiama da fisso o il numero 06 164 164 se da cellulare;
  • Rivolgersi a Caf e patronati.

 

Bonus bebè 2017 anticipato:

Un’altra novità che dovrebbe essere introdotta con la Legge di Stabilità 2017, sempre relativo all’assegno natalità Inps, è la possibilità per le mamme in gravidanza di vedersi riconosciuto prima il bonus. 

Per cui un bonus bebè 2017 anticipato, destinato alle future mamme che si trovano al 7° mesi di gravidanza.

Il bonus, dovrebbe essere erogato sotto forma di voucher asili nido o con altri simili incentivi.

Oltre a questa iniziativa, potrebbero anche arrivare le nuove detrazioni sui prodotti per la prima infanzia e sconti IVA per le mamme sotto i 30 anni.

 

Bonus bebè 2017 raddoppiato: importo fino a 400 euro

Il bonus bebè, oggi, è riconosciuto alle famiglie che hanno un reddito Isee inferiore a 25mila euro all’anno, per un importo massimo di 80€ al mese, ossia, 960 euro all’anno per ogni figlio nuovo nato, adottato o in affido, mentre per quelli che hanno un Isee sotto di 7mila euro, l'assegno mensile è aumentato a 160 euro, ossia, 1920€ all’anno.

Ora, il progetto della ministra Lorenzin per far fronte al crollo demografico, è quello di inserire nella nuova legge di Stabilità 2017, una norma che preveda il raddoppio dell'importo dell'assegno natalità per il primo figlio e per il secondo figlio a seconda della soglia Isee.

Per cui il raddoppio importi bonus bebè 2017 potrebbe essere il seguente:

  • Famiglie con Isee sotto i 25mila euro: il bonus bebè 2017 primo figlio passa da 80 a 160€ e per il secondo figlio 240€;
  • Famiglie con Isee inferiore a 7mila euro: bonus bebè passa da 160 a 320€ per il primo figlio e a 400€ per il secondo figlio.
COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti