Bonus cultura 2018 nati 1999 e 2000: cos'è e cosa prevede per i 18enni

Bonus cultura 2018 nati 1999 e 2000: cos'è? Cosa prevede? Come richiederlo il bonus 500 euro 18enni? Guida al bonus cultura attivo per i maggiorenni

Commenti 0Stampa

Bonus cultura 2018 nati 1999 e 2000: cos'è? Il bonus cultura per 18enni è un incentivo messo in atto dal Governo Renzi e portato avanti dal successivo Governo di Paolo Gentiloni.

Trovandosi nella Legge di Stabilità 2018 il bonus cultura oggi è disponibile per i diciottenni ed anche per coloro che sono nati nel 1999 e che quest'anno compiono diciannove anni.

Scopriamo meglio:

cos'è il bonus cultura?

Cosa prevede?

Come richiederlo? 

 

Bonus cultura 2018 nati 1999 e 2000

Il bonus cultura 2018 per i nati nel 1999 e 2000 si rinnova grazie alla nuova Legge di Stabilità 2018.

La novità di quest'anno, quindi, è che potranno usufruire del bonus cultura sia i maggiorenni che coloro che sono nati nel 1999. giovani che quest'anno compiono diciannove anni.

Ma non è tutto: infatti il Governo di Paolo Gentiloni ha voluto estendere anche il bonus cultura a tutti i cittadini europei (come previsto anche dai trattati dell'UE) e a tutti i giovani extracomunitari che vivono in Italia con regolare permesso di soggiorno.

Così il Governo di Gentiloni è giunto alla sua fine dando l'opportunità a tutti i maggiorenni di poter usufruire di questo bonus.

Vediamo nel dettaglio cos'è, a quanto ammonta, come e dove spenderlo, come fare la richiesta per averlo.

 

Bonus cultura 2018: cos'è?

Cos'è il bonus cultura? Il bonus cultura è un incentivo di euro 500 che spetta a tutti i giovani residenti regolarmente in Italia e nati nel 1999 o nel 2000.

Fino lo scorso anno era previsto solo per i maggiorenni, con la nuova Legge di Stabilità è esteso anche a chi compie quest'anno 19 anni.

Il bonus è elargito tramite una somma di 500 euro che viene data tramite un'applicazione che prende nome di 18app.

È proprio tramite quest'ultima che il soggetto interessato può usare il proprio bonus.

Come abbiamo visto il bonus spetta ai cittadini italiani, a quelli europei residenti in Italia e agli extracomunitari che vivono in Italia con regolare permesso di soggiorno.

Questo è stato un atto voluto dal Governo di Renzi che ha esteso il raggio d'azione del bonus cultura.

Nel 2018 il numero dei giovani che possono richiedere questo incentivo è arrivato a 576.953.

Il Governo di Paolo Gentiloni ha voluto incrementare le risorse sulla nuova Legge Finanziaria per coinvolgere maggiormente i giovani nelle attività culturali del paese.

Il Bonus Cultura è nato con le manovre che erano state attuate dal Governo di Matteo Renzi che nella stessa riforma hanno portato diverse novità nell'ordinamento giuridico italiano come il bonus 80 euro di Matteo Renzi e la Carta del Docente 2018.

Ma vediamo meglio cosa prevede.

 

Bonus cultura 2018 cosa prevede e chi lo può chiedere?

Cosa prevedere il bonus cultura 2018? Il bonus cultura 2018 prevede una somma di euro 500.

Tale somma viene data elettronicamente tramite un applicazione che si chiama 18app e che è stata messa in atto appunto per questa occasione.

Tutti i giovani interessati possono spendere la somma che gli spetta in ambito culturale, come:

  • eventi culturali (musei, teatri e cinema);
  • concerti;
  • librerie autorizzate;
  • parchi.

Il bonus può essere speso solo tramite le attività che hanno aderito al programma e il numero di queste ultime sale di mese in mese.

Insomma, il Governo Gentiloni ha avuto una buona visone dato che il bonus cultura continua a riscuotere un notevole successo.

Chi può richiedere il bonus cultura 2018? Il bonus cultura 2018 può essere richiesto da:

  • cittadini italiani nati nel 1999 e nel 2000;
  • cittadini europei che vivono in Italia nati nel 1999 e nel 2000;
  • cittadini extracomunitari che vivono in Italia con regolare permesso di soggiorno nati nel 1999 e nel 2000.

Vediamo ora come richiedere il bonus cultura 2018.

 

Bonus cultura 2018 come richiederlo?

Bonus cultura 2018: come richiederlo? Il bonus cultura può essere richiesto solamente tramite l'applicazione 18app.

Sempre tramite la stessa applicazione è possibile spendere la somma di denaro prevista.

L'applicazione 18app è stata messa in atto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e già nei primi mesi dell'anno sono stati tantissimi i giovani ad utilizzarla.

Prima di vedere nel dettaglio la richiesta è bene sapere che il soggetto interessato dev'essere in possesso dei seguenti elementi per effettuare la domanda:

  • documento di riconoscimento (passaporto o carta d'identità);
  • codice fiscale o tessera sanitaria;
  • indirizzo e-mail;
  • un numero di cellulare.

Vediamo ora come richiedere il bonus cultura:

  • come prima cosa il soggetto interessato deve accedere al portale ufficiale di 18app per il bonus cultura 2018 e richiedere il PIN tramite la voce "richiedi SPID";
  • registrarti successivamente tramite il servizio di Identity Provider;
  • seguire i restanti passaggi.
COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili