Carta del docente 2017: iscrizione registrazione spid bonus 500 euro

Bonus docenti 2017 come funziona la nuova Carta del docente 500 euro iscrizione registrazione Spid e buoni di spesa per acquisto spese formazione insegnanti

Commenti 0Stampa

Carta del docente 2017, il MIUR, Ministero dell’istruzione, ha pubblicato sul sito ufficiale un comunicato in cui spiega come funziona quest'anno l'erogazione del bonus docenti 2017, ossia, il bonus 500 euro che gli insegnanti e professori beneficiari possono spendere per il proprio aggiornamento professionale.

La nuova Carta del docente, è quindi una nuova applicazione web, attraverso la quale il docente deve iscriversi e registrarsi, e generare i cd. buoni di spesa da esibire ai negozianti o agli enti autorizzati dal Ministero, in sede di ritiro del bene o della fruizione del servizio precedentemente acquistato online.

 

Carta del docente 2017 cos'è?

Che cos’è la Carta del docenti 2017? E’ la nuova forma di erogazione del bonus docenti 2017, ossia, il bonus 500 euro introdotto dall'anno scorso dal decreto fiscale La Buona Scuola insieme al bonus 500 euro 18enni, è stato confermato anche per il prossimo anno, dalla nuova Legge di Bilancio 2017.

Fino all'anno scorso, infatti, il bonus per l'aggiornamento professionale è stato pagato a circa 740.000 docenti di ruolo della scuola italiana,mediante l'accredito sulla busta paga e rigide regole di rendicontazione che hanno gravato sia su i professori che sulla scuola.

A partire dall'anno scolastico 2016/2017, invece, il bonus 500 euro sarà erogato attraverso la nuova applicazione che il MIUR sta per lanciare.

 

Carta del docente.istruzione.it come funziona?

La Carta del docente.istruzione.it, è il nuovo meccanismo di erogazione del bonus docenti che professori ed insegnanti devono utilizzare per fruire del bonus 500 euro spese di formazione professionale.

Mediante la Carta del docente, procedura che dovrebbe essere attivata entro il 30 novembre, i docenti, devono effettuare i loro acquisti presso i negozi ed enti accreditati dal Ministero a vendere beni e servizi che rientrano nelle categorie di spese ammesse nel bonus.

Ciò significa che da quest'anno i docenti non avranno più bisogno di dover rendicontare le spese perché sarà la stessa nuova piattaforma Miur, Carta del docente, a fare tutto il lavoro, dalla generazione dei Buoni di spesa all'acquisto del bene, fino alla rendicontazione.

Ricordiamo che per utilizzare la piattaforma online del Miur, occorre dotarsi del cd. nuovo codice Spid, vediamo pertanto come si richiede e come funziona la registrazione e l'iscrizione tramite Spid al portale Carta del docente.

 

Carta del docente iscrizione e registrazione tramite Spid:

Cosa serve per accedere alla carta del docente Miur? Per accedere alla piattaforma online del Miur, Carta del Docente, attiva entro il 30 novembre, l'insegnante deve munirsi di un apposito pin, che si chiama SPID, ossia, un codice unico per i servizi della Pubblica Amministrazione.

Per sapere a chi rivolgersi, leggi come come si richiede Spid.

Una volta ottenute le credenziali, il docente, può accedere alla Carta del docente, effettuare l'iscrizione e la registrazione tramite Spid, ed iniziare a scegliere i prodotti, la merce e i servizi tra quelli presenti nell'elenco e autorizzati dal Miur.

 

Buoni 500 euro: come generare i buoni di spesa sulla Carta del docente?

il docente, una volta effettuata la scelta su come spendere il suo bonus 500 euro, tra:

  • Libri e di libri testi, anche e-book;
  • Pubblicazioni e riviste acquistati ai fini di aggiornamento professionale;
  • Hardware e software;
  • Iscrizione a corsi di aggiornamento e di qualificazione;
  • Iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  • Biglietti per il teatro e cinema, musei, eventi culturali, spettacoli dal vivo;
  • Iniziative coerenti con le attività individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione

può procedere all'acquisto tramite la Carta del Docente generando i cd. buoni di spesa da consegnare al negoziante o all'ente autorizzato dal Miur.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti