Elezioni regionali 2015: data, quando e dove si vota? Ultimi sondaggi

Elezioni regionali 2015, data, quando e dove si vota in Campania, Puglia, Toscana, Veneto, Liguria, Marche, Umbria, sondaggi, risultati e il ballottaggio

Commenti 0Stampa

Elezioni regionali 2015, i risultati delle votazioni del 31 maggio 2015 che hanno visto la vittoria del Partito Democratico (che si è conquistato 5 regioni su 7) sulle altre forze politiche. Aumento dei voti per il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo e per la Lega Nord di Matteo Salvini anche se è stato molto forte il fenomeno astensionismo. 

 

Elezioni regionali 2015

Le elezioni regionali 2015 sono ormai prossime nell'attuale contesto politico che sta tirando fuori diversi colpi di scena, dalle manovre del Partito Democratico, all'unione tra la Lega Nord di Matteo Salvini e Forza Italia di Silvio Berlusconi, fino alle nuove strategie del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo che sembra voler continuare in solitudine il suo percorso politico.

Con il decreto legge del 19 marzo il Consiglio dei Ministri ha indetto le prossime elezioni regionali ed amministrative, una strategia che permetterà un notevole risparmio di denaro e la possibilità, per tutti gli italiani investiti, di votare nel medesimo giorno. Spesso in passato non è stato possibile accorpare le elezioni amministrative e regionali, ma con questa mossa il Consiglio dei Ministri farà in modo che i cittadini risparmino più di 100 milioni euro.

Sono molte le cose che ci sono da sapere, dalla data ufficiale, l'eventuale ballottaggio (e dove verrà attuato), dove si voterà, quali sono le previsioni, gli schieramenti politici e i programmi che verranno proposti agli elettori.

 

La data e quanto si vota alle elezioni regionali 2015

La data e quanto si vota alle elezioni regionali 2015 è stata ufficializzata lo scorso 19 marzo con un decreto legge, firmato dal Ministro dell'Interno Angelino Alfano, che indica il 31 maggio 2015 come election day. Lo stesso decreto legge evidenzia che per eventuali ballottaggi ci sarà un secondo turno previsto il 14 giugno 2015; tuttavia il ballottaggio è atteso solo per i comuni che hanno più di 15 mila abitanti.

Il Consiglio dei Ministri ha voluto creare un'unica data per entrambi gli eventi, le elezioni amministrative e quelle regionali, questo per portare alle casse dello Stato un ragguardevole risparmio di risorse monetarie: difatti si stima che l'accorpamento delle elezioni regionali e amministrative permetta un risparmio di 100 milioni di euro. Una cifra decisamente elevata che i cittadini faranno a meno di pagare dati i continui tagli che la politica sta attuando, assieme alle diverse riforme che il Governo di Matteo Renzi continua a portare avanti, in un contesto storico in cui, dal dopoguerra ad oggi, non si è mai stati così attendi agli spechi legati alla politica.

 

Dove si vota alle elezioni regionali 2015

Ecco dove si vota alle elezioni regionali 2015, per l'esattezza sono 7 le regioni nelle quali verrà rinnovata la classe dirigente, dal Presidente alla giunta. I Comuni in cui si voterà, invece, sono più di 1.089, infatti si calcola che tra elezioni regionali e amministrative saranno circa 17 milioni gli italiani che avranno la possibilità di esprimere il proprio voto.

Ecco, quindi, le Regioni in cui si voterà:

  • Veneto;

  • Liguria;

  • Toscana;

  • Marche;

  • Umbria;

  • Campania;

  • Puglia.

I Comuni, come già annunciato prima, saranno più di 1.089, tra i quali ci saranno ben 18 capoluoghi:

  • Venezia,

  • Enna,

  • Agrigento,

  • Vibo Valentia,

  • Matera,

  • Andria,

  • Chieti,

  • Macerata,

  • Arezzo,

  • Rovigo,

  • Trento,

  • Bolzano,

  • Mantova,

  • Lecco,

  • Aosta,

  • Nuoro,

  • Sanluri,

  • Tempio Pausania.

Il Trentino Alto Adige è la Regione con il maggior numero di Comuni che saranno soggetti al voto, ben 300. Tra le isole italiane merita attenzione la Regione Sardegna dove ben 150 Comuni andranno al voto. E mentre l'Umbria avrà il minor numero di Comuni al voto (solo 3) in Lombardia, Valle d'Aosta, Piemonte, Abruzzo, Campania, Calabria e Sicilia ci saranno più di 50 Comuni al voto.

 

Risultati, ballottaggio, sondaggi, schieramenti e programmi politici

Risultati, ballottaggio, sondaggi, schieramenti e programmi politici per le prossime elezioni regionali 2015 sono molto importanti, sia sotto il punto di vista legato al fine stesso dell'elezione dei nuovi governatori, ma anche sotto il punto di vista dell'attuale scenario politico. Infatti grazie al prossimo 31 maggio 2015 sarà possibile capire chi sarà premiato, o meno, a seguito di questi ultimi mesi di Governo e opposizione.

Stando ai sondaggi, il centrosinistra guidato dal Nuovo Segretario del Pd sembra essere in vetta tra i partiti più votati, seguito dal Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, Forza Italia di Silvio Berlusconi, Lega Nord e Nuovo Centrodestra.

Stando alle previsioni dei sondaggi, una caduta dell'attuale Governo di Matteo Renzi, con elezioni anticipate, porterebbe ad una storica sconfitta del centrodestra. Ed è forse proprio questo motivo che ha spinto l'ex cavaliere e Matteo Salvini a correre assieme per le elezioni regionali e provinciali, nonostante che negli ultimi anni i rapporti tra i due si erano freddati e che entrambi i leader si erano ripromessi di non collaborare più assieme. Per il momento i due si sono uniti per la Regione Veneto e la Regione Liguria, dando forma all'intesa anti Renzi di cui si era già parlato nei mesi passati, che verrà attuata anche nell'ambito parlamentare.

Stessa posizione di sempre, invece, per il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo che anche per queste elezioni correrà da solo, senza avere l'appoggio di nessun altro partito politico.

Dopo le dimissioni del Ministro Maurizio Lupi, il Segretario Federale ha invitato anche i membri politici che sono in via di rottura con Angelino Alfano all'interno del Nuovo Centrodestra a prendere parte alla Lega Nord.

È bene ricordare che in tutti i Comuni che hanno più di 15 mila abitanti verrà utilizzato il sistema maggioritario a doppio turno, sistema elettorale che prevede anche il ballottaggio.

 

Risulati finali elezioni Regionali 31 maggio 2015

I risultati finali delle elezioni Regionali 31 maggio 2015:

Regione Liguria:

  • Giovani Toti 34,44%;
  • Raffaella Paita 27,84%;
  • Alice Salvatrice 24,84%.

Regione Veneto:

  • Luca Zaia 50,08%;
  • Alessandra Moretti 22,74%;
  • Jacopo Berti 11,87%.

Regione Campania:

  • Vincenzo De Luca 41,15%;
  • Stefano Caldoro 38,37%;
  • Valeria Ciarambino 17,52;

Regione Puglia:

  • Michele Emiliano 47,12%;
  • Antonella Laricchia 18,42%;
  • Francesco Schittulli 18,29%.

Regione Toscana:

  • Enrico Rossi 48,03%;
  • Claudio Borghi 20,02%;
  • Giacomo Giannarelli 15,02%.

Regione Marche:

  • Luca Ceriscioli 41,07%;
  • Giovanni Maggi 21,78%;
  • Francesco Acquaroli 18,98%.

Regione Umbria:

  • Catiuscia Marini 42,78%;
  • Claudio Ricci 39,27%;
  • Andrea Liberati 14,30.
COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti