Flavio Tosi biografia 2015 del Sindaco di Verona ex Lega Nord Salvini

Flavio Tosi biografia 2015 del Sindaco di Verona, elezioni europee nella Lega Nord, il curriculum, figlio moglie e Patrizia Bisinella, il Faro e la Rip

Commenti 0Stampa

Flavio Tosi biografia 2015 del Sindaco di Verona, il politico nato con la Lega Nord e la sua rottura con la guida di Matteo Salvini, la sua storia e le sue origini, le cariche ricoperte e le curiosità legate alla moglie, il figlio e la nuova compagna. Approfondimento della politica moderata di Tosi, il Faro, la Fondazione Ricostruiamo il Paese e la nascita della sua lista in Veneto che si è creata a seguito della rottura con la Lega Nord di Matteo Salvini e con il Consiglio Federale del Carroccio per via della Rip.

 

Flavio Tosi biografia 2015

Flavio Tosi biografia 2015: nasce a Verona il 18 giugno del 1969; comincia e termina gli studi superiori nella stessa città Natale presso il Liceo Ginnasio Statale Scipione Maffei. Fin da giovanissimo la politica è una sua grande passione ma terminate le scuole superiori si dedica, per i primi anni, a tutt'altra attività, quale quella di tecnico informatico. Dopo qualche anno di lavoro decide, però, di occuparsi completamente all'attività politica, soprattutto nel territorio veneto.

Infatti nel 1994 comincia la sua carriera politica come consigliere comunale, passando successivamente per la carica di consigliere regionale e diventando Sindaco di Verona per due mandati. Inoltre, durante le elezioni europee del 2014, Flavio Tosi risultò essere uno dei candidati preferiti nella Lega Nord, secondo solo a Matteo Salvini. Tuttavia, l'11 luglio del 2014, rinuncia a tale incarico per continuare ad essere il primo cittadino di Verona.

La vita politica di Flavio Tosi è stata anche affiancata da quella sentimentale che l'ha visto legato per tanti anni a Stefania Villanova, la sua ex moglie, fino alla compagna Patrizia Bisinella.

 

Flavio Tosi Sindaco di Verona

Flavio Tosi è stato eletto Sindaco di Verona per due mandati consecutivi.

Il 25 giugno del 2007 Flavio Tosi si dimette dalla carica di Assessore regionale della sanità dopo aver vinto le elezioni comunali diventano Sindaco di Verona.

Appoggiato dalla Lega Nord nel suo mandato come primo cittadino di Verona, Tosi fa parlare molto si sé e non delude l'elettorato della sua città Natale dato che il 7 maggio 2012 con il 57% dei voti viene indicato dall'elettorato passivo per un nuovo mandato.

L'operato come Sindaco di Flavio Tosi è ripagato nella città di Verona e a dimostrarlo sono stati i risultati delle elezioni del 7 maggio 2012 che hanno visto prevalere fortemente il leghista sugli altri candidati rivali:

  • Flavio Tosi Lega Nord 57%;

  • Michele Bertucco Centrosinistra 22%;

  • Gianni Bancolini Movimento 5 Stelle 9,3%;

  • Luigi Castelletti Centrodestra 8,8%.

La politica di Tosi come Sindaco di Verona viene apprezzata dai cittadini per il riordino del territorio e per l'esempio che il Sindaco comincia a dare verso gli sprechi della politica, rinunciando all'auto blu.

 

Il Curriculum politico di Flavio Tosi

Il Curriculum politico di Flavio Tosi comincia con la carica di consigliere comunale che avviene nel 1994, all'età di 25 anni. Fin dall'inizio della sua carriera viene apprezzato all'interno della Lega Nord, partito con cui si è presentato alle elezioni comunali del 1994, diventando capogruppo nel consiglio comunale del Carroccio.

Durante i primi anni della sua carriera, Flavio Tosi entra a far parte della Liga Veneta, un movimento creato nel 1980 da 14 Soci Fondatori in Veneto con il fine di valorizzare la cultura veneta e il federalismo fiscale. La Liga Veneta è un movimento simile alla Lega Nord che è nata 6 anni dopo ed oggi la stessa Liga è fusa con il Carroccio diventandone una sezione.

Indirizzato politicamente negli ideali di una conservazione della cultura del Nord Italia e di un federalismo fiscale, Flavio Tosi diventa Segretario provinciale della Lega Nord per sei anni, dal 1997 al 2003 e con l'inizio del nuovo millennio, nel 2000, diventa consigliere regionale, carica che gli ha permesso anche di essere eletto per due volte capogruppo nella Liga Veneta diventandone nel 2008 Presidente.

Nell'incarico alla Regione veneta diventa anche Assessore regionale alla sanità, una carica che ha ricoperto fino alla sua elezione come Sindaco della città di Verona.

 

Le elezioni Europee

Le elezioni Europee di Flavio Tosi arrivano nel maggio del 2014 quando il Sindaco di Verona si candida alle europee con la Lega Nord in quella che è la Circoscrizione Nord-Orientale; quest'ultima comprende le Regioni dell'Emilia Romagna, del Friuli Venezia Giulia, del Trentino Alto Adige e del Veneto, permettono a Flavio Tosi di ottenere ben 100 mila preferenze.

Nonostante gli apprezzamenti dell'elettorato per la possibile carica nell'Unione Europa, Tosi evidenzia che la sua candidatura è solo formale, nata per appoggiare il partito; infatti, nonostante le forte preferenze riscontrate in tutte le regioni Nord Orientali del paese (la maggior parte dei voti arrivarono dalla Regione Veneta con particolare concentrazione nella città di Verona) non rinuncia al suo secondo mandato come Sindaco proseguendo il lavoro cominciato il 25 giugno del 2007 come primo cittadino, dalla chiusura del campo nomadi di Boscomantico (chiuso subito dopo la prima elezione come Sindaco) all'ordinanza anti prostituzione in tutto il territorio comunale.

Durante l'elezione europee del 2014 Flavio Tosi risultò il secondo candidato con 99.567 voti a favore rispetto all'attuale leader leghista, Matteo Salvini, che ne ottenne 108.238 nella circoscrizione Nord Est.

 

Flavio Tosi, la Lega Nord e il Faro

Flavio Tosi, la Lega Nord e il Faro, uno scontro politico interno al Carroccio che ha portato ad una vera e propria rottura interna.

La storia comincia il 6 ottobre del 2013 a Mantova quando Flavio Tosi lancia la Fondazione Ricostruiamo il Paese (Rip) con il fine di organizzare le primarie del Centrodestra a livello nazionale sostenendo la candidatura dello stesso Tosi come leader della Fondazione. Grazie ai Fari, una rete di comitati provinciali, ogni cittadino riesce ad interagire con la Rip confrontando le proprie idee e mettendo il proprio contributo.

In vista delle elezioni regionali del 2015 Tosi sembra volersi candidare come Presidente della Regione Veneto con una possibile coalizione con il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano e Italia Futura di Passera. Nella presunta coalizione sembra esserci in un primo momento anche Forza Italia di Silvio Berlusconi. L'iniziativa di Flavio Tosi non viene apprezzata dal Segretario della Lega Nord che ha avanza la possibilità di una espulsione dal partito.

Tuttavia le divergenze politiche dei due esponenti del carroccio nascono per la Fondazione Ricostruiamo il Paese: il 2 marzo del 2015 il Segretario della Lega Nord Matteo Salvini da l'ultimatum a Flavio Tosi invitandolo a scegliere tra la sua fondazione e il partito.

Successivamente arriva anche l'ultimatum del Consiglio Federale della Lega Nord che ha indicato a Flavio Tosi di lasciare la Fondazione Ricostruiamo il Paese entro e non oltre il 9 marzo 2015 ritenendo la Rip un movimento politico e quindi non compatibile con il partito leghista. L'ultimatum ha visto l'allontanamento di tre consiglieri regionali, Luca Baggio, Matteo Toscano e Francesco Piccolo.

Flavio Tosi, non intimorito da Matteo Salvini e dal Consiglio Federale, rimane sulla sua posizione spiegando che è anche pronto ad andare avanti per conto suo. E sulla distanza politica che si crea tra Tosi e Salvini arriva la rottura definitiva: è l'11 marzo 2015 e il Segretario Federale della Lega Nord, Matteo Salvini, rompe definitivamente con Flavio Tosi cacciandolo dalla Lega Nord.

La rottura porta alla divisione in vista delle elezioni regionali 2015 del 31 maggio dove Flavio Tosi si candida senza la Lega Nord, con una sua lista, alla presidenza della Regione Veneto. Tuttavia la Lega Nord prevale sulla lista di Flavio Tosi e si conferma per la seocnda volta consecutiva il leghista Luca Zaia Presidente della Regione Veneto:

  • Luca Zaia (Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d'Italia) 50,08%;
  • Alessandra Moretti (Centrosinistra) 22,74%;
  • Jacopo Berti (Movimento 5 Stelle) 11,87%;
  • Flavio Tosi (Lista Tosi e Nuovo Centrodestra) 11,86%.

 

Flavio Tosi: il figlio e la moglie

Flavio Tosi: il figlio e la moglie del Sindaco di Verona, la vita privata del del leghista racconta di un uomo molto impegnato nell'attività politica ma che allo stesso tempo riesce a prendersi cura della sua famiglia.

Nel 2001 Flavio Tosi conosce Stefania Villanova la quale diventa poco dopo sua moglie.

La curiosità di casa Tosi è che la moglie appartiene ad una fede politica differente da quella del marito, legata a Forza Italia di Silvio Berlusconi. Tuttavia la moglie definisce Flavio Tosi un buon marito, lontano spesso per i suoi impegni politici ma tuttavia una persona che si prende cura della sua famiglia, dalle bollette ai piccoli lavori in casa, nei momenti di bisogno viene descritto come un uomo presente.

Flavio Tosi e Stefania Villanova non hanno avuto figli. In diverse occasioni il Sindaco di Verona ha sempre sostenuto che “al momento” non ha figli; dalle sue parole si è sempre inteso che la voglia di un erede c'è e che forse con il tempo arriverà.

Nel 2007 si gridò allo scandalo per il passaggio di Stefania Villanova da semplice impiegata nella Regione Veneta e Assessore della sanità. Quest'ultima carica permise alla ex moglie di Tosi di avere un notevole incremento di stipendio e lo stesso leghista fu accusato di nepotismo.

Il Sindaco di Verona si difese sulla questione spiegando che non si trattava di una raccomandazione ma che la ex moglie, lavorando da diversi anni in Regione, si era ritrovata a ricoprire quel ruolo.

 

Flavio Tosi è separato?

Flavio Tosi è separato? Una domanda che si sono posti molti suoi sostenitori dopo aver visto diverse foto pubblicate dai quotidiani della cronaca rosa tra il Sindaco di Verona e la senatrice Patrizia Bisinella della Lega Nord.

I due si sono incontrati durante le elezioni Europee del 2014 e in quell'occasione la loro conoscenza è andata oltre il lavoro. Poco dopo i due si sono messi insieme e così Flavio Tosi ha lasciato la sua ex moglie Stefania Villanova; Patrizia Bisinella si è di conseguenza separata dall'ex marito.

Quindi Flavio Tosi attualmente è separato dalla moglie Stefania Villanova e vive una relazione con la senatrice della Lega Nord Patrizia Bisinella. A dimostrarlo sono le diverse occasioni in cui la nuova coppia, questa volta completamente legata alla Lega Nord, appare: lo scorso settembre i due si sono presentati assieme a Guagnano, in provincia di Lecce, dove Flavio Tosi aveva ritirato il premio Terre del Negroamaro. E così, come in quest'ultima occasione, tante alte apparizioni in pubblico hanno ufficializzato la notizia della nuova coppia formata da Flavio Tosi e Patrizia Bisinella.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti