Gianfranco Fini biografia 2017 curriculum moglie figli Berlusconi

Chi è Gianfranco Fini, la sua biografia, dove e quando è nato, il suo curriculum, il rapporto con Silvio Berlusconi, con chi è sposato e quanti figli ha

Commenti 0Stampa

Gianfranco Fini biografia 2017: Gianfranco Fini è un politico italiano che per anni insieme a Silvio Berlusconi ha tenuto le redini del centro destra in Italia.

E' stato a capo del Movimento Sociale Italiano desginato da Giorgio Almirante, ministro della giustizia, vicepresidente del Consiglio e presidente della camera dei deputati. Ecco la biografia di Gianfranco Fini, dove e quando è nato, la sua carriera politica, il suo curriculum con chi è sposato e il suo rapporto con il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi.

 

Gianfranco Fini biografia 2017 età curriculum

Gianfranco Fini nasce a Bologna il 3 gennaio del 1952. Il nome Gianfranco gli fu dato per un cugino assassinato quando aveva 20 anni dai partigiani a Sasso Marconi.

Il padre è Argenio Fini conosciuto come Sergio che fu volontario nella Repubblica Sociale Italiana nella Divisione di Fanteria San Marco.

Prima che il figlio Gianfranco iniziasse la sua carriera politica, Argenio Fini, dichiara la sua vicinanza al Psdi e poi quando Gianfranco si iscriverà al Movimento Sociale Italiano, lo stesso partito di cui Antonio di Maio, padre di Luigi di Maio M5S è stato dirigente, e abbandonerà la politica per dedicarsi alla sua attività lavorativa nel settore petrolifero prima presso l’Agip e poi nell’Eni, lavorando per più di quindici anni in Libia.

La madre di Gianfranco Fini era Erminia Marani, la figlia di Antonio Marani che insieme ad Italo Balbo partecipò alla marcia su Roma. 

Gianfranco Fini studi: il giovane Gianfranco frequenta l’istituto magistrale “Laura Bassi” e poi si iscrive alla facoltà di Pedagogia dell’Università la Sapienza di Roma e lì si laurea, senza tuttavia frequentare i corsi.

 

Gianfranco Fini biografia 2017 curriculum politica

Gianfranco Fini si iscrive alla Giovane Italia (Associazione studentesca legata al Movimento Sociale Italiano) nel 1969 e nel 1973 divenne dirigente della federazione provinciale romana del Fronte della Gioventù e poi nel 1974 entra in Direzione nazionale del FdG.

E’ il giugno del 1977 quando divenne segretario nazionale del Fronte della Gioventù e questo per volere di Giorgio Almirante.

Diventa redattore del quotidiano di partito Il Secolo d’Italia dirigendo poi negli anni a seguire anche il quindicinale Dissenso. Divenne giornalista professionista.

E’ il 1983 quando viene eletto alla camera dei deputati per la prima volta e poi una seconda nel 1987 ottenendo da Giorgio Almirante l’incarico di guidare il partito come suo successore sconfiggendo i suoi “avversari” Pino Rauti e Beppe Niccolari.

Poco mesi pria che Giorgio Almirante muore (il 22 maggio del 1988) Gianfranco Fini è ufficialmente eletto nuovo segretario del MSI e vi rimane in carica fino al 1990 quando gli preferirono Pino  Rauti. Ben presto Rauti subì una pesante sconfitta elettorale e Fini ritornò al suo posto di direzione.

Gennaio del 1995 avverrà la cosiddetta svolta di Fiuggi e il MSI diventerà Alleanza nazionale e Gianfranco Fini maturerà una certa esperienza amministrativa diventando consigliere comunale a Reggio Calabria, Aprilia e Brescia.

Per maggiori informazioni: Gianfranco Fini biografia.

 

Gianfranco Fini e SIlvio Berlusconi:

Inizia il sodalizio con Silvio Berlusconi e quando viene eletto a capo del Governo diventa prima ministro degli Esteri al posto di Franco Frattini e poi vicepresidente del Consiglio dal 2001 al 2006.

A fine del 2007, il presidente Silvio Berlusconi, indica Gianfranco Fini come suo unico successore in caso dovesse crearsi un partito unico nel centro destra e così avviene con la nascita de Il Popolo delle Libertà.

Il 30 aprile del 2008 Gianfranco Fini è eletto Presidente della camera dei Deputati della XVI Legislatura.

Ben presto però iniziano i dissidi con Berlusconi e nel 2010 diventa oggetto di un documento di accusa da parte della maggioranza dei componenti dell'ufficio di presidenza del Pdl e viene sfiduciato.

Si rompe il rapporto tra i due e Fini crea un nuovo partito Futuro e Libertà che dichiara sì il suo appoggio a Berlusconi ma di fatto dichiara conclusa l’esperienza con il Pdl.

Gianfranco Fini appoggia il nuovo governo tecnico guidato da Mario Monti e alle elezioni politiche del 2013 si presenta con la lita di FLI ma ottiene solo lo 0,47% e nessun suo deputato viene eletto.

Rassegna così le sue dimissioni da presidente di FLI e rimette l’incarico in mano al coordinatore Roberto Menia.

Nel 2016 è a capo del "comitato presidenzialismo per il NO al referendum", contro la riforma costituzionale della ministra Boschi.

Vedi anche Azione Nazionale di destra Gianfranco Fini e Alemanno.

 

Biografia di Gianfranco Fini moglie e figli:

Gianfranco Fini moglie figli: Gianfranco fini sposa negli anni ottanta Daniela Di Sotto che è stata moglie di Sergio Mariani, suo amico e dirigente del partito.

Nasce nel 1985 la loro unica figlia Giuliana e nel  giugno 2007, si separano.

Dopo la separazione, Gianfranco Fini rende nota la sua  relazione con l'avvocata Elisabetta Tulliani da cui sono nate due figlie, Carolina e Martina.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti