Gianni Cuperlo è prossimo alla guida del Partito Democratico

Gianni Cuperlo prossimo alla segreteria generale del Pd, Matteo Renzi lascia dopo il Governo Letta mentre Guglielmo Epifani non piace ai lavoratori

Commenti 0Stampa

Sarà Gianni Cuperlo il prossimo segretario generala del Partito Democratico. Dopo che Matteo Renzi, che era tra i preferiti a ricoprire il ruolo, si è tirano indietro, la sfida per il posto è rimasta tra Gianni Cuperlo e l’ex segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani. Nel confronto tra i due risulterebbe Cuperlo la persona più gradita agli elettori del Pd, soprattutto a quella parte popolare del Partito Democratico che non sembra gradire il passato di sindacalista di Epifani.

Il prossimo 11 maggio si deciderà su chi sarà il leader del Pd e sia i sostenitori di Renzi, che quelli di D’Alema, sono disposti ad appoggiare Gianni Cuperlo, una persona che dovrà ricucire gli animi di un Partito Democratico separato dall’accordo Pd-Pdl. Sembrerebbe che il Pd non opterà più per la forma delle primarie per scegliere il suo segretario generale. La formula delle primarie rimarrà in vigore solo per il candidato premier.

 

Gianni Cuperlo

Nato nel 1961, laureato in Comunicazione di massa al Dams di Bologna, iscritto già dal liceo alla Fgci, Gianni Cuperlo fu eletto nel 1988 alla guida della Fgci. Nel 2001 diventa responsabile della comunicazione dei Ds, spinto dallo stesso D’Alema. Nel 2006 è diventato deputato del Pd.

Oggi, sottolinea che il ruolo che molti gli vogliono affidare, quello di segretario generale del Pd, non è proprio il suo, ma stando al largo consenso da parte del Partito Democratico non intende tirarsi indietro.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti