Governo Lega Movimento 5 Stelle 2018: accordo abolizione Legge Fornero

Governo Lega Movimento 5 Stelle 2018: accordo per l'abolizione e il superamento della Legge Fornero da parte di Matteo Salvini e Luigi Di Maio, cosa prevede

Commenti 0Stampa

Governo Lega Movimento 5 Stelle 2018: qual è l'accordo tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio sulla Legge Fornero? Il superamento della riforma delle pensioni Fornero è al centro del tavolo per la formazione del Governo.

In questo articolo approfondiamo questo argomento che è stato al centro della campagna elettorale.

Matteo Salvini è arrivato alle ultime elezioni con lo slogan via immediatamente la legge Fornero.

Luigi Di Maio è stato più pacato e aveva evidenziato che si sarebbe arrivato ad un superamento graduale di questa riforma.

Scopriamo cosa sta succedendo in queste ore, in particolare:

cos'è la legge Fornero;

qual è l'accordo tra Lega e Movimento 5 Stelle;

chi sostiene questo accordo.

 

Governo Lega Movimento 5 Stelle 2018

Governo Lega Movimento 5 Stelle 2018: il nuovo Governo Italiano sarà guidato dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno trovato la giusta intesa per formare un nuovo Esecutivo che si basa tutto sul nuovo accordo.

Ma non solo.

C'è già anche Giuseppe Conte come Presidente del Consiglio.

Sarà proprio questo che darà alla luce, o meno, il Governo Lega Movimento 5 Stelle.

Infatti anche la nomina del nuovo Presidente del Consiglio 2018 sta passando in secondo piano.

Del resto un buon accordo di Governo Lega Movimento 5 Stelle è l'unico che può tenere in piedi questi due partiti.

Da cosa sarà composto questo accordo? Ecco i punti principali:

Come anticipato, in questo articolo ci occuperemo giusto di quella che è la Legge Fornero.

L'abolizione della Legge Fornero fino a questo momento è stato un punto centrale del nuovo accordo di Governo.

Prima di andare avanti scopriamo esattamente che cos'è la riforma Fornero. 

 

Che cos'è la Legge Fornero?

Che cos'è la Legge Fornero? La Legge Fornero è una riforma sulle pensioni.

Si tratta di una manovra che è stata attuata dal Governo di Mario Monti con il Decreto Legge numero 201 del 2011.

Il decreto fu strutturato dall'ex ministro del lavoro Elsa Fornero, di cui la legge prende il nome.

Chi attuò la legge in essere spiegò che chiedeva un sacrificio agli italiani ma che questo era indispensabile per via della difficile situazione in cui si trovava il paese.

La riforma Fornero ha infatti aumentato l'età pensionistica in italia e i contributi da versare per raggiungere la pensione.

Ma non è tutto.

Ogni anno l'età pensionistica è andata ad aumentare fino ad oggi.

Tuttavia queste intenzioni non sono mai state digerite da una buona parte dell'elettorato che da tempo chiede il superamento di questa legge.

Questo è uno dei punti che sta alla base del successo elettorale del Movimento 5 Stelle e della Lega.

Dopo aver visto che cos'è la Legge Fornero, vediamo come Lega e Movimento 5 Stelle intendono superarla.

 

Accordo abolizione Legge Fornero

L'accordo per l'abolizione della Legge Fornero continua ad andare avanti.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno fatto capire che si tratterà di un punto cardine del programma di Governo.

Al posto ci potrebbe essere la Quota 41 che prevede che tutti i cittadini possono andare in pensione dopo 41 anni di contributi indipendentemente dall'età.

A quest'ultima si aggiungerebbe l'innalzamento delle pensioni minime a euro 1000 al mese.

A breve saranno rilasciati gli accordi ufficiali tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini. 

Per capire meglio la situazione relativa alla Legge Fornero è anche importante vedere chi ha votato questa legge e chi no.

La Riforma Fornero è stata votata da:

  • Partito Democratico guidato in quel periodo da Pier Luigi Bersani;
  • Popolo delle Libertà guidato in quel periodo da Silvio Berlusconi;
  • Unione di Centro;
  • Futuro e Libertà per l'Italia;
  • altre minoranze politiche.

Votarono contro:

  • Lega Nord guidato in quel periodo da Umberto Bossi;
  • Futuro e Libertà per l'Italia di Gianfranco Fini. 

 

Chi sostiene l'accordo del Governo Italiano?

Chi sostiene l'accordo del Governo Italiano sull'abolizione della riforma Fornero? Movimento 5 Stelle e Lega sono a lavoro.

Quindi da parte di queste due forze politiche ci sarà tutta la volontà di portare a termine uno dei punti più importanti del loro Esecutivo.

Forza Italia di Silvio Berlusconi: difficile dire quale sarà la posizione di questo partito.

Non è da escludere che appoggi il Governo del l'abolizione delle Legge Fornero ma questo avverrà solo se Silvio Berlusconi avrà un chiaro tornaconto dal nuovo Esecutivo, come ad esempio un Presidente del Consiglio di FI.

Ma quest'ultimo aspetto è molto improbabile.

Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia: la leader di Fratelli d'Italia sarà sicuramente pronta ad appoggiare il superamento della legge Fornero.

Tuttavia anche per lei ci dovranno essere delle garanzie, e queste sono un Presidente del Consiglio che rispecchi la volontà dell'intero Centrodestra e la modifica della legge elettorale con introduzione del premio di maggioranza.

Quello della legge elettorale è un punto importante per Giorgia Meloni dato che solo in questo modo ci si può assicurare, in caso di nuove elezioni, la possibilità di fare un nuovo Governo.

Partito Democratico e forze di opposizione: voteranno contro all'abolizione della legge Fornero così come si opporranno alla fiducia del nuovo esecutivo.

Del resto il Partito Democratico, all'epoca guidato da Pier Luigi Bersani, fu uno dei partiti che sostenne la riforma delle pensioni Fornero.

Ma non solo.

Durante i Governi di Enrico Letta, Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, la riforma Fornero non è stata abrogata.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili