Guglielmo Epifani: risponde alla Fiom e attacca Vendola e Grillo

Guglielmo Epifani: attacca Vendola definendolo irresponsabile e poi è la volta di Beppe Grillo e Silvio Berlusconi. Brutta caduta durante l’intervento

Commenti 0Stampa

Dopo le polemiche per la mancata partecipazione alla manifestazione della Fiom da parte del Partito Democratico, il segretario generale del Pd, Guglielmo Epifani, da Avellino, chiarisce la posizione del suo partito e la linea del Pd nell’attuale contesto politico. Risponde per la manifestazione della Fiom, attacca Nichi Vendola, Beppe Grillo ed anche il suo alleato di governo Silvio Berlusconi.

 

Guglielmo Epifani sulla manifestazione della Fiom

Per quanto riguarda la mancata partecipazione del Pd alla manifestazione della Fiom, assenza che ha fatto scalpore tra gli elettori del Partito Democratico e che ha anche fatto nascere critiche da parte di Sergio Cofferati, Epifani risponde. Il segretario generale sostiene che il Partito Democratico non è una caserma e che lui è sempre stato il primo a stare nelle piazze, nella quali dice di averci passato una vita, ma che allo stesso tempo, quando si è al governo, bisogna rispondere ai problemi che la stessa piazza pone.

Parallelo al discorso del segretario generale arriva Mattero Renzi che, al Salone del libro di Torino, dichiara esplicitamente che il Pd non deve stare dietro ai sindacati.

 

Guglielmo Epifani su Sel di Nichi Vendola

Da Avellino, Guglielmo Epifani parla anche del comportamento di Nichi Vendola. Ad Epifani non sembra essere piaciuta la separazione per cui ha optato Sel dopo l’alleanza Pd-Pdl. Secondo il segretario generale, Nichi Vendola non è stato corretto ad allontanarsi dal Pd dopo la campagna elettorale. Il matrimonio Pd Sel è definito da Epifani un matrimonio non molto solido. Per Epifani il Pd rappresenta la sinistra della responsabilità mentre quella di Vendola una sinistra che non vuole responsabilità.

Ricevuto il messaggio, Nichi Vendola non tarda a rispondere a Guglielmo Epifani durante un’intervista a Rai1:

Comprendo il nervosismo di Epifani, ma eviti di trasformarlo in un’aggressione e in una ritorsione nei miei confronti, per me l’alleanza con Berlusconi non è responsabilità ma è una resa culturale"

 

Guglielmo Epifani su Silvio Berlusconi

Guglielmo Epifani parla anche del tema che fa molto discutere l’alleanza del suo partito con il Pdl, le questione (o meglio le questioni) giudiziaria di Silvio Berlusconi. Epifani invita, dallo stesso palco di Avellino, Silvio Berlusconi a smetterla di mettere a rischio il governo delle larghe intese per i suoi problemi giudiziari, problemi che non sono legati all’esecutivo ne tanto meno ai problemi economici e sociali dello stesso paese. Già precedentemente Guglielmo Epifani aveva ripreso i comportamenti da campagna elettorale di Silvio Berlusconi. Sullo stesso tema dell’Imu il segretario generale del Pd aveva detto che non si trattava di una vittoria di Silvio Berlusconi ma ti un tema che tutte le forze politiche presentavano.

 

Guglielmo Epifani su Beppe Grillo

Le parole di Beppe Grillo di questi giorni sono sicuramente arrivate agli esponenti del Partito Democratico. Dopo il tradimento verso Prodi, la mancata elezione di Rodotà e il governo con il nemico di sempre del Pd, il Popolo delle Libertà di Silvio Berlusconi, Beppe Grillo, dalle piazze che gira per il suo “tour elettorale”, ha invitato gli elettori del Pd a stracciare le tessere di quel partito che li ha traditi e a passare al movimento dei cittadini, il Movimento 5 Stelle.

Epifani risponde a Beppe Grillo, definendo il suo un modo di fare curioso e non democratico, secondo il segretario generale, stracciare le tessere del partito a cui si appartiene non è un gesto democratico. Dal suo stesso profilo facebook Epifani ha scritto:

Chiedere alle persone di strappare le tessere del loro partito per rinnegarne l’appartenenza, è davvero un curioso modo di concepire la democrazia”

 

La reazione del Pdl

Alle critiche sollevate da Guglielmo Epifani contro i problemi giudiziari di Silvio Berlusconi interviene Renato Brunetta. Il capogruppo del Pdl alla Camera sostiene che Epifani dovrebbe essere contento della vittoria ottenuta dal Governo Letta sull’Imu. Inoltre Brunetta ha invitato il segretario generale del Pd a non fare opposizione al governo.

 

La caduta di Epifani 

Alla fine del suo intervento ad Avellino Guglielmo Epifani ha avuto una brutta caduta. Inciampando su un gradino del palco si è infortunato cadendo brutalmente. Fortunatamente non si è rotto nulla, riuscendo ad attenuare l’impatto con le mani. Rialzandosi, tra gli applausi della folla che cercava d’incoraggiarlo, Epifani si è controllato i polsi e poi ha tranquillizzato la folla facendo presente di non essersi rotto nulla.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti