Presidente del Consiglio 2018 in Italia: chi è, chi lo elegge e durata

Presidente del Consiglio 2018 in Italia: chi è attuale Presidente del Consiglio dei Ministri italiano? Chi lo elegge? Quanto dura il mandato? Che poteri ha?

Commenti 0Stampa

Presidente del Consiglio 2018 in Italia: chi è? Paolo Gentiloni è l'attuale Presidente del Consiglio dei Ministri italiano oggi.

Il suo mandato è ormai giunto al termine.

Nei prossimi giorni, infatti, verrà nominato un nuovo Presidente del Consiglio.

La sfida continua ad essere aperta tra due candidati: 

Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle e Matteo Salvini della Lega Nord.

Approfondiamo in questo articolo questo argomento e la figura del Capo dell'Esecutivo in Italia, in particolare:

chi è l'attuale Presidente del Consiglio;

chi lo elegge e perché;

quanto dura il suo mandato;

quali sono i suoi poteri.


Presidente del Consiglio 2018: chi è?

Presidente del Consiglio 2018: chi è? Oggi, l'attuale Presidente del Consiglio italiano è Paolo Gentiloni.

Nome: Paolo Gentiloni.

Età: 64 anni.

Inizio mandato: 12 dicembre 2016.

Predecessore: Matteo Renzi dal 22 febbraio 2014 al 12 dicembre 2016.

A breve la nomina di Paolo Gentiloni potrebbe essere superata da quella di Giuseppe Conte del Governo Lega M5S.

Presidente del Consiglio 2018: Paolo Gentiloni è un politico italiano del Partito Democratico, nonché giornalista.

Non è un volto che gli italiani hanno conosciuto con quest'ultima legislatura.

Diventò deputato nel 2001.

Nel Governo Prodi II è stato Ministro delle Comunicazioni.

Paolo Gentiloni è diventato Presidente del Consiglio Italiano quando Matteo Renzi perse il referendum il 5 dicembre del 2016, a seguito del quale diede le dimissioni.

 

Matteo Renzi è stato Presidente del Consiglio dal 22 febbraio 2014 al 12 dicembre 2016.

L'incarico per ricoprire questa carica gli fu data dall'ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dopo che la maggioranza del Partito Democratico indicava Matteo Renzi come il favorito a ricoprire questo ruolo, un incarico che all'epoca era nella mani di Enrico Letta.

 

Presidente del Consiglio 2018: dopo le elezioni dello scorso 4 marzo 2018 ancora non si riesce a capire chi sarà il nuovo Presidente del Consiglio.

Tuttavia a giorni i Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dovrebbe dare l'incarico ad uno dei principali vincitori delle ultime elezioni.

I favoriti sembrano essere Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle e Matteo Salvini della Lega Nord.

 

Presidente del Consiglio dei Ministri: chi lo elegge?

Chi elegge il Presidente del Consiglio dei Ministri? Il Presidente del Consiglio non viene eletto dato che non si tratta di una carica elettiva.

La sua nomina è fatta dal Presidente delle Repubblica in carica sulla base di quanto previsto dall'articolo 92 della Costituzione italiana.

Da prassi, il Capo dello Stato nomina il Presidente del Consiglio in base al risultato delle elezioni politiche o alla situazione politica.

Solitamente l'incarico viene dato a colui che ha i numeri per poter formare un Governo.

Il Presidente del Consiglio, in Italia, è un organo costituzionale che forma il Governo assieme ai Ministri e al Consiglio dei Ministri di cui ne è il vertice.

Il Presidente del Consiglio è previsto sulla base degli articoli 92, 93, 95 e 96 della Costituzione italiana.

Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio a seguito delle consultazioni, che prevedono i seguenti passaggi:

  • ascolta il parere del Presidente del Senato;
  • ascolta il parere del Presidente della Camera;
  • ascolta il parere dei senatori a vita;
  • fa un resoconto della situazione politica.

Dopo le consultazioni il Capo dello Stato dà alla persona che ritiene più indicata la possibilità di formare un Governo.

Il Presidente del Consiglio appena nominato può:

  • rinunciare all'incarico (in questo caso si avranno nuove consultazioni);
  • accettare l'incarico con riserva;
  • fare le dovute consultazioni;
  • sciogliere la riserva presentando al Presidente della Repubblica la squadra di Governo.

A questo punto verranno attuati tre decreti molto importanti per la formazione del nuovo Governo:

  • un primo decreto per la nomina del nuovo Presidente del Consiglio;
  • un secondo decreto per la nomina dei rispettivi nuovi ministri;
  • un terzo decreto per le dimissioni del Presidente del Consiglio uscente.

 

Durata mandato

Quanto dura il mandato del Presidente del Consiglio? Non è definito quanto dura il mandato del Capo del Governo.

L'articolo 94 della Costituzione evidenzia che il mandato del Presidente del Consiglio è legato fortemente al rapporto di fiducia che c'è con il Parlamento, quindi cessa quando quest'ultimo viene a mancare.

Solitamente un Presidente del Consiglio rimane in piedi per tutta la durata del suo Governo.

Con le sue dimissioni cade anche il Governo e viceversa, con la fine del Governo anche il Presidente del Consiglio cessa le sue funzioni.

Dopo il passaggio istituzionale che abbiamo visto nel paragrafo precedente, il nuovo Presidente del Consiglio deve prestare giuramento, assieme ai suoi ministri, davanti al Presidente della Repubblica così come previsto dall'articolo 93 della Costituzione italiana.

Dopo il giuramente, il Parlamento deve votare la fiducia al nuovo Governo così come previsto dall'articolo 94 della Costituzione italiana.

Senza la fiducia del Parlamento il Governo non si forma.

In caso di impedimenti, il Presidente del Consiglio viene sostituito dal vicepresidente del Consiglio.

Una volta che il mandato del Presidente del Consiglio inizia, questo comincia ad esercitare le sue funzioni a Palazzo Chigi di Roma, che è la sede ufficiale del Governo Italiano.

 

Quali sono i poteri del Presidente del Consiglio italiano?

Quali sono i poteri del Presidente del Consiglio? Il Presidente del Consiglio italiano è l'organo costituzionale che dà un indirizzo politico allo Stato.

L'articolo 95 della Costituzione italiana stabilisce i poteri del Presidente del Consiglio.

Come abbiamo visto, quest'ultimo è a Capo del Governo al quale da l'orientamento politico così come allo Stato Italiano.

Il primo potere che svolge è quello della nomina dei ministri per la formazione del Potere Esecutivo dello Stato (il Governo).

Il Presidente del Consiglio si occupa di coordinare le attività dei diversi ministri del suo Governo.

Sempre secondo la Costituzione italiana, il Presidente del Consiglio è responsabile della direzione politica dell'Esecutivo, di cui deve mantenere l'unità.

Il Capo dell'Esecutivo fissa anche l'ordine del giorni e può fare sue le competenze di altri ministri.

Quest'ultimo è anche colui vigila sui Servizi Segreti dello Stato Italiano.

In Italia, è prassi chiamare il Presidente del Consiglio Premier.

Tuttavia quest'ultima definizione non è corretta: il Premier ha dei poteri diversi rispetto al Presidente del Consiglio.

Solitamente il Premier è eletto dal popolo (direttamente o indirettamente) ed ha dei poteri maggiori rispetto al Capo del Governo.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili