Raffaella Paita biografia 2015 candidata elezioni regionali Liguria

Raffaella Paita biografia 2015 chi è la candidata Presidente alla Regione Liguria alle elezioni regionali curriculum e programma politico età e vita privata

Commenti 0Stampa

Raffaella Paita biografia 2015 della politica italiana del Partito Democratico che dopo aver vinto le primarie del Pd su Sergio Cofferati decide di candidarsi come Presidente della Regione Liguria arrivando seconda data la vittoria di Giovanni Toti Lega Nord.

Tutto il curriculum politico per capire meglio Raffaella Paita, la sua storia, le sue origini e la sua famiglia, l'impegno in politica nella città di La Spezia e nella giunta regionale della Liguria.

 

Raffaella Paita biografia 2015

Raffaella Paita biografia 2015 della politica italiana comincia a La Spezia dove nasce il 23 novembre del 1974.

Dopo gli studi si dedica al giornalismo diventando giornalista pubblicista. Ma la sua vera vocazione è la politica, percorso che segue facendone diventare una vera e propria missione nella sua vita.

Dagli anni Novanta ad oggi il suo cammino politico si è concentrato con i democratici di sinistra, passando per la Sinistra Giovanile, il Partito Democratico di Sinistra e il Partito democratico di Matteo Renzi.

I principali ruoli svolti sul territorio ligure sono legati al consiglio comunale e a quello regionale dove Raffaella Paita ha potuto fare una grande esperienza e dare modo di farsi conoscere dagli elettori per i suoi interventi di diversa natura. Del resto sono stati proprio gli elettori del luogo ha dimostrare l'apprezzamento per il lavoro svolto, come ad esempio alle elezioni del 2010, quando Raffaella Paita ottenne ben 9 mila voti che la fecero entrare nel Consiglio Regionale della Regione Ligure.

Tuttavia il suo lavoro è molto apprezzato a livello nazionale: l'8 dicembre del 2013 entra nella Direzione Generale del Pd di Matteo Renzi dopo aver vinto le primarie.

Giornalista pubblicista e politica di successo, Raffaella Paita ama la famiglia ed in particolar modo la sua, per la quale trova sempre tempo; è sposata da diversi anni e ha un figlio che si chiama Francesco.

 

Il curriculum di Raffaella Paita

Il curriculum di Raffaella Paita è molto incentrato sulla vita politica tra La Spezia e la Regione Ligure, territorio che la giovane politica serve mediante le istituzioni del luogo dagli anni Novanta.

Raffaella Paita comincia con la Sinistra Giovanile presso la quale, all'inizio degli anni Novanta, riesce a diventare Segretaria Provinciale e successivamente Segretaria Regionale.

Dopo questa prima esperienza ottiene l'incarico come capogruppo all'interno del Partito Democratico di Sinistra presso il Consiglio Comunale di La Spezia, un ruolo che ha rivestito per ben 5 anni, dal 1997 al 2002.

Tra il 2002 e il 2007 diventa Capo di Gabinetto del Sindaco di La Spezia Giorgio Pagano, una carica a cui Raffaella Paita arriva grazie al suo impegno all'interno delle istituzioni del luogo.

L'impegno politico di Raffaella Paita è sempre legato al territorio e questo viene notato dal nuovo Sindaco Massimo Federici che nel 2007, la nomina come assessore con le deleghe della città di La Spezia. Questo ruolo è stato molto importante per la giovane politica dato che ha potuto effettuare diversi interventi nel territorio come:

  • progetto per la costa;

  • nuova pianificazione e strategia della cultura all'interno del Comune;

  • organizzazione nella comunicazione;

  • cooperazione internazionale.

L'ottimo lavoro che Raffaela Paita svolge è legato alla sua grande esperienza nel territorio, cominciata all'inizio degli anni Novanta.

Nel 2010 continua a seguire la linea della sinistra democratica con il Partito Democratico: con 9 mila preferenze gli elettori premiano il suo lavoro facendo diventare Raffaella Paita Consigliere Regionale della Liguria. In questo contesto riesce anche a diventare Capogruppo nel Pd e successivamente le viene data la delega per le infrastrutture sempre all'interno della stessa giunta.

L'anno successivo, il 2011, il presidente Claudio Burlando le affida il delicato lavoro legato alla spending review che consiste nella riorganizzazione delle provincie, delle città metropolitane e l'unione dei comuni del luogo. Una grande conoscenza del territorio e un'esperienza lunga più di vent'anni permettono a Raffaella Paita di svolgere al meglio questo lavoro, particolare e delicato in tutto il territorio italiano.

Nel frattempo la giunta regionale della Liguria decide di ampliare le sue deleghe con:

  • attività di protezione civile;

  • difesa del ruolo;

  • ciclo delle acque e dei rifiuti;

  • ecosistema costiero;

  • rapporti con gli enti locali.

Tuttavia nel 2013 arrivano gli incarichi importanti all'interno del Partito Democratico dato che a seguito della primarie dell'8 dicembre 2013 entra nella Direzione Generale del Pd di Matteo Renzi.

 

Raffaella Paita candidata Presidente della Regione Liguria

Raffaella Paita si è candidata come Presidente della Regione Liguria. La sua decisione è legata al curriculum che riporta un'esperienza lunga più di vent'anni nel territorio, dai primi incarichi nel Consiglio Comunale di La Spezia fino a quelli nel Consiglio della Regione Liguria.

Lei si definisce una persona che ha sempre fatto le cose a viso aperto e che proprio questa sua caratteristica l'ha spinta a candidarsi alle primarie per la Regione Liguria all'interno del Partito Democratico. Alle primari del Pd Raffaella Paita ha prevalso su Sergio Cofferati e così il Pd ha deciso di sostenerla, facendola il candidato Presidente della Regione Liguria nonostante le difficoltà che si sono create dopo l'alluvione di Genova per la quale la giovane politica è stata indagata.

I suoi principali contendenti, durante le elezioni regionali 2015, sono stati Giovanni Toti, che appoggiato dall'Intesa Lega - Forza Italia contro Renzi è diventato il nuovo Presidente della Regione Liguria, ovvero da Forza Italia di Silvio Berlusconi e Lega Nord di Matteo Salvini, nonché la giovane Alice Salvatore del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

Durante le elezioni regionali 2015 Raffaella Paita è arrivata al secondo posto come preferenze:

 

Programma politico di Raffaella Paita Liguria elezioni regionali 2015:

Il programma politico di Raffaella Paita per la Liguria elezioni 2015 s'incentrava su nodi importanti della sua politica legata al futuro della Regione: Raffaella Paita intendeva portare a termine diverse riforme con il fine di cambiare in meglio il territorio nei prossimi 20 anni.

In diversi discorsi ha invitato i suoi principali sfidanti, Giovanni Toti di Forza Italia e Lega Nord e Alice Salvatore del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, a confrontarsi con i programma e con le proprie idee per permettere ai liguri di avere le idee chiare e per fare in modo che nei prossimi anni ci sia un adeguata amministrazione del territorio.

Nel programma elettorale di Raffaella Paita si leggeva un chiaro impegno al rilancio di una Regione molto importante per l'Italia, una nuova amministrazione che ha il fine di dare alle generazioni future un territorio ben amministrato ed organizzato, con la possibilità di far rinascere la città di Genova dopo la terribile alluvione che l'ha colpita.

Per Raffaella Paita il capoluogo ligure ha le giuste industrie, la formazione storica e istituzionale, i collegamenti adeguati per il suo porto e per la sua posizione geografica per essere un motore trainante per l'intera regione e per tutta la penisola. Nonostante i risultati delle regionali 2015, Raffaella Paita continuerà a portare avanti la sua politica come opposizione.

 

Chi è Raffaella Paita? Età e vita privata:

Anni ed età, il marito e chi è Raffaella Paita, la nuova candidata del Partito Democratico che ha sfidato Giovanni Toti alla presidenza della Liguria.

Nata il 23 novembre del 1974 nel Comune di La Spezia, Raffaella Paita ha oggi 40 anni e da più di 20 è sulla scena politica del luogo tramite gli incarichi comunali e regionali.

Il suo orientamento politico è sempre stato legato al centro sinistra; infatti ha cominciato la sua carriera politica con la Sinistra Giovanile, passando per il Partito Democratico di Sinistra e per continuare con il Partito Democratico nel quale ha sempre simpatizzato per l'area di Matteo Renzi.

Raffaella Paita è sposata con Luigi Merlo da diversi anni; i due hanno avuto un figlio che si chiama Francesco.

Dopo l'alluvione di Genova Raffaella Paita ha ricevuto un avviso di garanzia per la mancata all'erta del 9 ottobre 2014, giornata nera per il capoluogo ligure che fu travolto dal maltempo. Per l'accaduto Raffaella Paita si è sempre resa disponibile a spiegare alla Magistratura e ai cittadini il suo operato, legato a continui contatti con la Protezione Civile, durante la serata del 9 ottobre del 2014.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti