Stefano Parisi biografia 2018 del candidato Presidente Regione Lazio

Stefano Parisi biografia 2018: chi è? Curriculum e vita privata del candidato Presidente alla Regione Lazio: moglie, figlie, partito, programma e sondaggi

Commenti 0Stampa

Stefano Parisi biografia 2018: chi è il candidato Presidente della Regione Lazio? Stefano Parisi è un politico di Centrodestra.

Cosa ci dice la sua biografia?

Come è arrivato a candidarsi alla Regione Lazio?

Cosa c'è da sapere sul suo curriculum?

Com'è la sua vita privata?

Scopriamo questo nuovo personaggio politico.

 

Stefano Parisi biografia 2018

Stefano Parisi biografia 2018: chi è? Stefano Parisi è un politico italiano, nato a Roma il 12 novembre del 1956.

Fin da giovanissimo si interessa di politica e dei problemi del Paese.

Dopo le scuole superiori si iscrive alla Facoltà di Economia e Commercio nella prima università della Capitale: La Sapienza.

Durante gli anni universitari dimostra il suo interesse verso il socialismo diventando vicesegretario del Nucleo Universitario Socialista di Roma.

Dopo la laurea continua a seguire la sua passione per la politica e l'impegno sociale cominciando a lavorare per il sindacato CGIL.

Poco dopo aver cominciato la sua esperienza di lavoro in quest'ultimo sindacato entra a lavorare al Ministero del Lavoro come capo della struttura tecnica.

È da questo momento che comincia la vita istituzionale di Stefano Parisi, una carriera che lo porta a candidarsi per la Regione Lazio il 4 marzo 2018.

Ma andiamo avanti con il curriculum di questo politico italiano. 

 

Stefano Parisi curriculum 2018

Il curriculum di Stefano Parisi comincia con il suo primo incarico presso la CGIL, nel 1984.

Nello stesso anno c'è una grande svolta nella sua vita lavorativa dato l'incarico che assume come capo della direzione tecnica nel Ministero del Lavoro.

Da quel momento in poi la sua vita si mischia alla politica italiana a tutti gli effetti: 4 anni dopo, infatti, diventa vicepresidente del Consiglio dei Ministri nel Governo De Mita.

L'anno successivo, il 1989, diventa vicepresidente al Ministero degli Affari Esteri.

Nel 1992 ricopre il ruolo di capo dipartimento affari economici nella Presidenza del Consiglio.

Due anni dopo diventa segretario generale al Ministero delle Poste e Telecomunicazioni.

Sempre nel 1994 entra anche a far parte del consiglio RAI.

Nel 1997 Stefano Parisi abbandona Roma per trasferirsi a Milano: si tratta di un trasferimento di lavoro dato che in questa città comincia a lavorare nello stesso anno come manager al Comune di Milano.

Nel 2000 è la volta di Confindustria dove diventa direttore generale.

È da questo momento che Stefano Parisi comincia a lavorare a 360 gradi come manager e dirigente.

Nel 2004, infatti, diventa amministratore delegato di Fastweb, ruolo che ricopre fino al 2010.

Nel 2012 dirige un'azienda che si chiama ChiliTV.

Dopo la sua lunga permanenza nella città di Milano, nel 2016 si candida come Sindaco alle elezioni comunali della città.

Sostenuto dal Centrodestra, Stefano Parisi ottiene un buon risultato, che lo vede perdere al ballottaggio finale contro Beppe Sala del Centrosinistra.

Nel 2017 fonda il suo movimento politico Energia per l'Italia con il quale comincia una nuova avventura, come vediamo nel paragrafo che segue.

 

Stefano Parisi candidato Presidente Regione Lazio

Stefano Parisi si è candidato Presidente alla Regione Lazio in vista delle elezioni regionali del 4 marzo 2018.

Nel 2017 fonda il suo movimento Energia per l'Italia ed è proprio con questo che si presenta alle elezioni regionali 2018.

In questa nuova avventura politica, Stefano Parisi rappresenterà il Centrodestra, che lo ha disegnato come candidato ufficiale.

E' stato sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia.

Fin dall'inizio il suo sfidante era tra i preferiti ed infatti il Presidente uscente Nicola Zingaretti è stato confermato per un secondo mandato..

Programma Stefano Parisi elezioni regionali: il programma politico di Stefano Parisi parlava di sicurezza, di far ripartire l'Italia e la sua economia, di istruzione, sanità, di abbassare i costi della politica.

Se si analizza il suo programma elettorale si capisce che oggi è un uomo in parte di centrosinistra e in parte di centrodestra, aspetti che possiamo ritrovare anche nella sua vita privata.

 

Stefano Parisi vita privata

La vita privata di Stefano Parisi appare molto normale.

Sposato e con due figlie, Stefano Parisi è un padre di famiglia felicemente sposato.

La sua vita è fortemente incentrata sul lavoro: visti gli importanti ruoli che ha sempre ricoperto, di tempo libero non ne rimane molto, ma quando ce n'è viene impegnato per le figlie e per la moglie.

La vita privata di Stefano Parisi è stata spesso impegnata dai suoi ideali politici, prevalentemente di sinistra se si pensa ai movimenti universitari e agli impegni nella CGIL.

Tuttavia nella vita si cambia, si cambia idea, pensiero e si cambiano anche le cose quando non ci si trova più: Stefano Parisi, uomo prevalentemente di sinistra, che ha fatto due campagne elettorali per il centrodestra, dichiara che oggi non si ritrova più in quella che è la sinistra italiana e che così ha bisogno di muoversi da solo, con il suo movimento Energia per l'Italia, anche se sostenuto dal Centrodestra, dove trova oggi la sua dimensione, nonostante le polemiche che questo "cambio di bandiera" ha portato con sé.

Uomo nato con ideali socialisti, Stefano Parisi oggi è la scelta giusta anche per Silvio Berlusconi.

Mentre giornali e politici parlano di questa sua visione, lui ogni giorni, dopo il lavoro, trova l'appoggio delle sue scelte nella moglie, Anita Friedman, esperta d'arte, madre delle sue due figlie, con la quale passa il suo tempo libero e ama viaggiare.

Età: 62 anni quest'anno, Stefano Parisi continuerà a far parlare di sé. 

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti