Ugo Zampetti biografia 2015: stipendio, pensione, cv e il Quirinale

Ugo Zampetti biografia 2015: stipendio, pensione, curriculum e quanto guadagna il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica ed ex della Camera

Commenti 0Stampa

Ugo Zampetti e la biografia 2015: chi è, la storia e il curriculum di un uomo che ha passato la sua vita all'interno delle istituzioni italiane: dagli studi al ruolo di Segretario Generale presso la Camera dei Deputati fino alla sua ultima nomina voluta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Le curiosità che si celano dietro il personaggi: dal suo oneroso stipendio alla pensione, fino all'ultima presa di posizione nei riguardi degli stipendi d'oro della politica contro i quali vuole lanciare un messaggio chiaro a tutti i partiti e a tutti coloro che ricoprono ruoli istituzionali nel paese.

 

Ugo Zampetti biografia 2015 e il cv

Ugo Zampetti la biografia 2015 e il cv di una figura istituzionale di rilievo in Italia. Nato il 23 dicembre del 1949 a Roma, dopo gli studi superiori s'iscrive all'Università della capitale La Sapienza presso la Facoltà di Giurisprudenza dove all'età di 24 anni (1973) consegue la laurea presentando una tesi al relatore Leopoldo Elia (noto politico e giurista italiano; Fano 4 novembre 1925 – Roma 5 ottobre 2008) in diritto costituzionale. Oltre ad essere il suo relatore per la tesi, Leopoldo Elia da la possibilità a Ugo Zampetti di collaborare con lui subito dopo gli studi. Appassionato di diritto e amante della cultura, Zampetti dedica molto del suo tempo allo studio dei procedimenti legislativi per il quale attua diversi contributi grazie alle sue competenze giuridiche, approfondendo le procedure legate alla proliferazione delle leggi, le funzioni delle Pubbliche Amministrazioni italiane e il diritto che regola il Parlamento e i diversi organi dello Stato.

Dopo la laurea, le sue collaborazione e le competenze giuridiche lo hanno portato, con il tempo, a prendere parte ad incarichi istituzionali prestigiosi.

 

Il curriculum di Ugo Zampetti

Il curriculum di Ugo Zampetti comincia dalla laurea in Giurisprudenza presso la Facoltà di Legge dell'Università La Sapienza nel 1973. Tre anni dopo, nel 1976, entra a Montecitorio dove fa la sua prima esperienza istituzionale presso il Servizio resoconti parlamentari. Passano altri tre anni e Zampetti entra a far parte della VII Commissione Istruzione belle arti dove ampia il suo curriculum e le sue prospettive lavorative.

Durante gli anni Ottanta mette in pratica i suoi studi in legge diventando segretario della I Commissione affari costituzionali, ruolo che ha portato avanti dal 1982 al 1990. Dopo quest'ultimo incarico arriva ai vertici dell'Ufficio ricerche e documentazione istituzionale del Servizio studi, presso il quale resta a capo dal 1990 al 1991.

Tra il 1991 e il 1994 dirige l'Ufficio della Segreteria generale per il controllo amministrativo al quale segue la guida dell'Ufficio Programmazione e coordinamento legislativo.

A metà degli anni Novanta, settembre del 1995, diventa capo del Servizio Assemblea presso lo stesso Ufficio Programmazione e coordinamento legislativo.

Con la fine del millennio viene nominato, l'11 novembre 1999, Segretario Generale della Camera dei Deputati; un ruolo importante quest'ultimo che gli permette di lavorare con le figure principali delle legislature che seguiranno alla sua nomina: da Luciano Violante a Pier Ferdinando Casini, da Fausto Bertinotti di Rifondazione Comunista a Gianfranco Fini di Alleanza Nazionale per finire alla Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini.

Nel ruolo di Segretario Generale di Montecitorio avvia diverse azioni per creare una maggior coesione tra cittadini ed istituzioni lasciando quest'ultimo incarico nel dicembre del 2014.

 

Ugo Zampetti stipendio e pensione: quanto guadagna?

Ugo Zampetti stipendio e pensione: quanto guadagna? Una domanda che arriva nell'attuale contesto dall'opinione pubblica che è sempre più attenta a quelli che sono gli stipendi dei politici e delle figure istituzionali del paese.

Nel ruolo di Segretario Generale della Camera dei Deputati, svolto tra novembre 1999 e il dicembre 2014, Ugo Zampetti percepiva uno stipendio di 478.000 euro lordi l'anno; un compenso di quasi quaranta mila euro lordi al mese al quale si aggiungeva un'indennità di euro 662,02 netta al mese.

Ma sembra che Ugo Zampetti e il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella abbiano percepito il cambiamento che l'elettorato vuole, soprattutto dal punto di vista dei compensi della casta:

il 16 febbraio 2015 Ugo Zampetti è stato nominato Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, ruolo prestigioso e per il quale ha deciso di non ricevere nessun compenso.

 

Nomina al Quirinale: Segretario Generale della Presidenza della Repubblica

Nomina al Quirinale: Segretario Generale della Presidenza della Repubblica è il nuovo ruolo per Ugo Zampetti eletto in data 16 febbraio 2015 dal Presidente della Repubblica Mattarella. In questa nuova funzione Zampetti sostituirà Donato Marra, nominato da Giorgio Napolitano e che ha rivestito il ruolo di Segretario Generale al Quirinale per 9 anni.

Per la nuova nomina c'è stato un ballottaggio tra Ugo Zampetti e Alessandro Pajno: per quest'ultimo ci sarà comunque un posto nel nuovo staff del Quirinale.

Nelle vesti di Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, ruolo sempre ben remunerato, fa notizia la presa di posizione di Ugo Zampetti che non percepirà alcun compenso per questo nuovo ruolo istituzionale; una novità nella politica e nelle istituzioni italiane, una presa di posizione del nuovo Segretario Generale e del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che vuole ridurre drasticamente i compensi istituzionali. Del resto i 478.000 euro lordi l'anno che Ugo Zampetti ha percepito tra il novembre del 1999 e il dicembre del 2014 come Segretario Generale della Camera dei Deputati avevano comunque interrogato quella parte dell'opinione pubblica che si batte contro gli sprechi della politica che sicuramente apprezzerà questo gesto.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto indicare Ugo Zampetti come Segretario Generale della Presidenza della Repubblica dato il suo lungo trascorso presso la Camera dei Deputati sempre come Segretario Generale, un passato che gli ha dato la possibilità di acquisire le dovute conoscenze per questo nuovo ruolo.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti