Vincenzo De Luca biografia 2017: moglie compagna figli Piero e Roberto

Biografia di Vincenzo De Luca età dove e quando è nato, la sua carriera politica, moglie compagna Maria Maddalena Cantisani e figli Roberto e Piero De Luca

Commenti 0Stampa

Vincenzo De Luca biografia 2017 Presidente Campania: ecco la biografia completa di Vincenzo De luca, attuale presidente della regione Campania, dove e quando è nato, gli studi fatti, come ha iniziato la carriera politica, la moglie e la nuova compagana Maria Maddalena Cantisani, i due figli Piero e Roberto De Luca anche loro in politica  e l’ultimo scandalo giudiziario noto come “il patto della frittura di pesce”.

 

Vincenzo De Luca biografia 2017 nascita laurea moglie figli

Vincenzo De Luca biografia 2017: Vincenzo De Luca nasce a Ruvo del Monte l’8 maggio del 1949, ha quindi 67 anni di età, in provincia di Potenza in Basilicata e poi si trasferisce molto giovane con tutta la famiglia a Salerno.

Si diploma al Liceo ginnasio Torquato Tasso e poi si iscrive alla facoltà di medicina dell’Università di Napoli ma presto abbandona gli studi medici e consegue la laurea in filosofia all’Università degli Studi di Salerno.

Negli anni in cui Vicenzo De Luca insegna, è chiamato "il professore" e poi "Pol Pot" per il suo carattere non facile.

Dal 1979 al 2008 è stato sposato con la sociologa Rosa Zampetti e attualmente è impegnato in una relazione con l’architetto Maria Maddalena Cantisani.

Vincenzo De Luca ha due figli: uno di nome Piero De Luca classe 1980 referendario presso la Corte di giustizia Ue e l’altro Roberto De Luca classe 1983 è responsabile del dipartimento di economia della federazione provinciale di Salerno del Partito Democratico. Per maggiori informazioni vedi: Vincenzo De Luca e i figli Piero e Luca.

Per maggiori dettagli Vincenzo De Luca biografia 2017.

 

Biografia di Vincenzo De Luca: carriera politica

Biografia di Vincenzo De Luca: la carriera politica inizia ben presto quando aderisce prima ad Alleanza Contadina e poi nel PCI, il partito Comunista italiano e nel 1975 viene nominato segretario provinciale e, carica che ricopre per ben 10 anni.

In seguito Vincenzo De Luca sarà segretario provinciale del PD della Sinistra.

Nel 1990 Vincenzo De Luca viene eletto consigliere comunale a Salerno e viene nominato assessore ai lavori pubblici e vicensindaco.

E’ il 1993 quando Vincenzo De Luca viene eletto per la prima volta sindaco dopo le dimissioni di Vincenzo Giordano, attuale sindaco.

Dopo circa 30 giorni però la giunta si scioglie e si tengono le elezioni amministrative a dicembre dove viene eletto ufficialmente sindaco di Salerno tra le file della lista Progressiste per Salerno.

E’ il 1997 quando viene rieletto sindaco al primo turno e non potendo candidarsi per un terzo mandato si dimette e si candida al Parlamento dove viene eletto il 13 maggio del 2001 tra le file dell’Ulivo.

Viene letto una seconda volta alla camera dei deputati nel 2006 e poi si ricandida nuovamente come sindaco di Salerno nello stesso anno.

Per maggiori informazioni vedi anche: biografia di Vincenzo De Luca.

 

Vincenzo De luca eletto presidente della regione Campania

E’ il 30 gennaio del 2010 quanto i segretari regionali di Pd, Verdi e Api nominano Vincenzo De Luca candidato presidente della regione Campania per le elezioni regionali di marzo 2010.

De Luca non riesce a vincere la competizione andata a Stefano Caldoro del PDL che ottenne il 54% delle preferenze contro il 43,03% ottenute da De Lica.

Il 2 maggio del 2013  Vincenzo De Luca viene nominato dal governo guidato da Enrico Letta sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.

L’Antitrust ha imposto a De Luca di scegliere tra la carica di sottosegretario e sindaco – incompatibili per legge. Ma De Luca non sceglie e nel 2014 il tribunale di Salerno lo dichiara decaduto dalla carica di sindaco.

De Luca ricorre in appello ma perde e la sentenza è immediatamente esecutiva.

E’ la fine del 2014 quando Vincenzo De Luca si candida alle elezioni primarie del centro sinistra nuovamente per la regione Campania.

Le primarie si tengono l’anno successivo e a vincere è proprio De Luca con il 52% delle preferenze superando l’esponente del PD Andrea Cozzolino e Marco Di Lello, deputato de partito socialista.

Il 31 maggio del 2015 Vincenzo De Luca viene eletto presidente della Regione Campania ma il 26 giugno viene sospeso dalla carica per effetto della Legge Severino.

Presentando ricorso al Tribunale di Napoli, De Luca vince e l’atto di sospensione venne cancellato.

 

Vincenzo De Luca vicende giudiziarie

Vincenzo De Luca e le vicenze giudiziarie: De Luca noto soprattutto per i numerosi procedimenti giudiziari a suo carico. L’ultimo in ordine temporale è quello passato alla cronache come il patto della frittura di pesce tra lo stesso De Luca e i sindaci campani.

L’accusa per il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca è di istigazione al voto di scambio per cui risulta inscritto nel registro degli indagati dal 7 dicembre scorso.

In particolare sembra dalle carte dei pm che De Luca abbia organizzato una cena con i suoi sindaci in un hotel di Napoli chiamandoli a raccolta per convincere tutti a votare sì al referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 visto il mare di finanziamenti che l’allora premier Matteo Renzi aveva elargito per Pompei, Ercolano, Paestum e Caserta.

Il caos è chiamato “patto della frittura di pesce” perchè dalle intercettazione sembra che lo stesso De Luca parlando con Franco Alfieri, sindaco di Agropoli incita a trovare il modo per convincerli a votare sì magari offrendogli una frittura di pesce, portandoli sulle barche ecc.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti