Governo Gentiloni: chi sono i stati i ministri e quelli riconfermati

Chi sono stati i ministri della squadra del governo Gentiloni, nuovo Premier Paolo Gentiloni incaricato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Stampa

Chi sono stati i ministri all'interno del Governo di Paolo Gentiloni?

In questo articolo torniamo indietro nel tempo per scoprire chi sono stati i ministri che hanno composto il Governo di Paolo Gentiloni.

Ma non solo.

Scopriamo e ripercorriamo come questo Governo si è formato.

Tutto è nato dalla sconfitta di Matteo Renzi, che dopo il referendum costituzionale ha lasciato l'incarico di Presidente del Consiglio.

Da quel momento in poi, Paolo Gentiloni ha preso il suo posto.

L'incarico l'ha saputo gestire bene l'ex Presidente del Consiglio.

Nonostante la sconfitta alle successive elezioni politiche, Paolo Gentiloni ha acquisito una certa popolarità politica.

Oggi, infatti, è un uomo di punta nel Partito Democratico.

Ecco quali sono stati i ministri del suo Governo e come questo si è formato.

 

Governo Gentiloni chi è il ministro dei Rapporti con il Parlamento

Governo Gentiloni: nuovi ministri. Anna Finocchiaro, senatrice del Partito Democratico, è stata nominata ministro dei Rapporti con il Parlamento. 61 anni di Modica in provincia di Ragusa, la Finocchiaro è stata già ministro per le Pari Opportunità sotto il governo Prodi I e ha ricoperto il ruolo di presidente della Commissione Giustizia della Camera. Il ministero a cui farà capo ha precisi compiti che sono:

  • competenza generale in merito all'informazione sull'andamento dei lavori parlamentari
  • coordinamento della presenza in Parlamento dei rappresentanti del Governo
  • presentazione alle Camere dei disegni di legge e degli emendamenti governativi
  • cura dei rapporti con i gruppi parlamentari e con gli altri organi delle Camere
  • svolgimento di atti di sindacato ispettivo in Parlamento
  • verifica degli impegni assunti dal Governo 
  • trasmissione alle Camere di relazioni, dati, schemi di atti e proposte di nomine governative.
 

Governo Gentiloni chi è il ministro per la coesione territoriale e il Mezzogiorno

E’ l’economista Claudio De Vincenti il ministro per il Sud, il nuovo dicastero voluto dal premier Gentiloni. Sottosegretario uscente alla presidenza del Consiglio dei Ministri, De Vincenti è professore Ordinario di Economia politica al dipartimento di Economia e Diritto dell’Università di Roma «La Sapienza». Il dicastero in passato si chiamava «per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno» e aveva il compito di gestire e controllare progetti e finanziamenti affidati alla cosiddetta Cassa per il Mezzogiorno. Nel 1993 venen abolito e oggi sotto il govenro gentiloni è stato riportato in vita. Tra le funzioni che è chiamato a svolgere  il nuovo ministero fornirà pareri sulle politiche riguardanti il meridione.

 

Governo Gentiloni chi è il ministro per lo Sport

Come il ministero per la coesione territoriale e il Mezzogiorno, è nuovo anche quello per lo Sport affidato all’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti, il 34enne fedele di Matteo Renzi.

Lotti oltre alla poltrona di ministro continuerà a mantenere la delega all’editoria e quella del Cipe, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica. Tra le funzioni che svolgerà il dicastero per lo Sport troviamo la promozione, coordinamento e attuazione di iniziative relative allo sport, insieme alla cura dei rapporti internazionali con enti ed istituzioni che hanno competenza in materia di sport fino alla realizzazione di iniziative di comunicazione per il settore sportivo.

 Angelino Alfano, già ministro degli Interni sotto l’esecutivo guidato da Renzi, con Gentiloni passa alla Farnesina e guiderà il ministero degli Esteri.  I principali settori di intervento del ministero degli esteri sono la cura dei rapporti internazionali, la rappresentanza della posizione italiana nel processo di integrazione europea fino alla promozione della cultura e della lingua italiana all’estero.

 

Governo Gentiloni chi è il ministro degli Interni

Via Alfano arriva Marco Minniti al Ministero degli Interni, 60 anni di Reggio Calabria il ministero affidato a Marco Minniti ha il compito di svolgere alcuni compiti molto delicati che vanno dagli affari interni e territoriali alla pubblica sicurezza, passando per le politiche migratorie fino al soccorso pubblico e difesa civile.

Al posto di Stefania Giannini al ministero dell’istruzione arriva Valeria Fedeli, vicepresidente del Senato. Il Ministero della pubblica istruzione svolge servizi relativi all'istruzione materna, elementare, media, secondaria superiore e artistica. Il dicastero dell’Istruzione inoltre ha il compito di coordinare l'attività delle scuole di ogni ordine e grado, collabora con le amministrazioni interessate all'ordinamento delle scuole all'estero.

 

Governo Gentiloni: ecco i ministri confermati

Il neo presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha riconfermato l’incarico ai seguenti ministeri:

  • Giuliano Poletti ministero del lavoro e delle politiche sociali 
  • Marianna Madia Ministero della Pubblica Amministrazione
  • Pier Carlo Padoan ministero dell’economia e delle Finanze
  • Beatrice Lorenzin Ministero della Salute
  • Maurizio Martina  Ministero delle Politiche Agricole
  • Roberta Pinotti Mistero della Difesa
  • Andrea Orlando Ministero della Giustizia
  • Gianluca Galletti Ministero dell’Ambiente
  • Graziano Delrio Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
  • Dario Franceschini Ministero dei Beni culturali.

Nuovo il ruolo dell’ex ministro per le Riforme Maria Elena Boschi che è stata nominata sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. 

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Informativa

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Puoi negare o modificare le tue preferenze sui cookie in qualsiasi momento sulla nostra Cookie Policy. Se vuoi saperne di più su come gestiamo la tua privacy consulta la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso di tutti i cookies.