Quando Beppe Grillo attaccò l'ex Ministro dello Sport Josefa Idem

Quando Grillo attaccò l'ex Ministro dello Sport Josefa Idem, la ex canonista e politica tedesca naturalizzata italiana del Pd nel Governo di Enrico Letta

Stampa

Quando Beppe Grillo attaccò l'ex Ministro dello Sport Josefa Idem fu una grande polemica.

Josefa Idem è un ex canonista e politica tedesca naturalizzata italiana.

All'interno del Governo di Enrico Letta fu nominata Ministro dello Sport.

Al fondatore del Movimento 5 Stelle la cosa non andò bene.

Ne uscì fuori un posto colorato, ecco come andarono le cose.

 

Quando Beppe Grillo attaccò l'ex Ministro dello Sport

Torna a far parlare di se e del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo. Nel suo ultimo post del blog dal titolo Il M5S non è di sinistra (e neppure di destra) cita una storica canzone di Giorgio Gaber, Destra e sinistra, per far comprendere ai lettori del blog la visione dell’attuale panorama politico italiano. Un movimento né di destra né di sinistra, composto da italiani che non vogliono a bordo coloro che hanno rovinato il paese ovvero Pd, Pdl e Sel. Per Beppe Grillo sono uguali questi tre partiti. Del resto ha sempre espresso questo concetto a gran voce, il Movimento 5 Stelle non si allea con nessuno, il Pd è uguale al Pdl (Pdmenoelle nel gergo grillino) e nel suo post aggiunge:

 

Essere un po’ razzisti è di destra
far entrare chiunque in Italia invece è di sinistra
la prescrizione accelerata è di destra
il giustizialismo verso gli avversari è di sinistra.”

 

Grillo contro Josefa Idem

A far scoppiare la polemica dietro l’ultimo post del fondatore del Movimento 5 Stelle sono le parole usate nei confronti del ministro dello Sport Josefa Idem, ex canonista e politica tedesca naturalizzata italiana.

Secondo Beppe Grillo non è stata una buona idea portare una ex canonista al Ministero dello sport e delle politiche giovanili, anzi è “proprio da stupidi”, come recita parte del suo post:

Gridare Forza Italia alle partite di pallone
ha un gusto un po’ di destra
ma portare una canoista al governo, un po’ tedesca,
è da scemi più che di sinistra.”

 

Beppe Grillo e il papa Francesco

Durante i suoi comizi Beppe Grillo aveva più volte attaccato i partiti e i media per averlo definito un populista e un qualunquista, fatto sta che durante lo Tsunami tour delle elezioni politiche 2013, lo stesso Grillo si faceva spesso definire con ironia populista dalla grande folla che lo seguiva in giro per l’Italia. Più che populista e qualunquista, il fondatore dei 5 Stelle si definisce dalla parte degli ultimi come papa Francesco.

Gridare Forza Italia alle partite di pallone
ha un gusto un po’ di destra
ma portare una canoista al governo, un po’ tedesca,
è da scemi più che di sinistra.”

 

Le reazioni al post di Beppe Grillo

Dure le reazioni del mondo politico nei confronti di Beppe Grillo. Già Guglielmo Epifani aveva attaccato l’ex cominco genovese per aver invitato gli elettori del Pd a stracciare la tessera del loro partito per passare al Movimento 5 Stelle.

In difesa del ministro Josefa Idem arriva Roberto Maroni che con un tweet definisce la Idem un simbolo dello sport italiano e Beppe Grillo un simbolo del TSO (trattamento sanitario obbligatorio):

"Idem e Rossi rappresentano lo sport dei valori, Grillo ormai è da TSO"

Mara Carfagna, vittima nei giorni passati di insulti mentre si trovava al supermercato, parla di Grillo come l’uomo che incita la violenza popolare, una persona disposta a tutto ormai pur di recuperare quei voti persi dopo le lezioni politiche per il fatto che il suo movimento, a detta della Carfagna, non è riuscito a concretizzare nulla. Ed infine, Mara Carfagna, esprime la sua solidarietà e quella del suo partito, il Pdl, nei confronti del ministro Josefa Idem.

Anche il sottosegretario al lavoro del Pdl, Jole Santelli, è sulla stessa linea della collega Carfagna. Per Santelli, Beppe Grillo è una persona che non dovrebbe nemmeno parlare di politica dato che non fa altro che insultare. Anche Santelli manda la solidarietà al ministro dello Sport, definendo Grillo un ignorante.

Anna Finocchiaro,presidente della Commissione Affari costituzionali, definisce Beppe Grillo una persona sgradevole che con le sue parole si commenta da se. Secondo la Finocchiaro Grillo non dovrebbe permettersi a parlare con questo tono ad una donna, nonché ministro della Repubblica.

Secondo il segretario generale del Pd in Emilia Romagna, Stefano Bonacini, Beppe Grillo offende Josefa Idem perché le sue proposte sono deboli. Inoltre lo stesso Bonacini ricorda che il ministro dello Sport ha un passato come amministratrice.

In un tweet, la senatrice Andrea Marcucci attacca Grillo affermato che quest’ultimo non dice nulla sul finanziamento ai partiti ed esprimendo la solidarietà verso il ministro Idem.

Le reazioni di solidarietà per il vertice del Ministero dello sport e delle opportunità per i giovani, arrivano anche al di fuori del mondo politico. L’Associazione medici stranieri in Italia (Amsi) dichiara il seguente comunicato:

“Questi ennesimi attacchi di Grillo ai cittadini stranieri confermano che il suo è un movimento di protesta contro tutto e tutti e che non desidera cambiare l’Italia, come è stato invece il loro slogan nella campagna elettorale”.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Informativa

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Puoi negare o modificare le tue preferenze sui cookie in qualsiasi momento sulla nostra Cookie Policy. Se vuoi saperne di più su come gestiamo la tua privacy consulta la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso di tutti i cookies.