Movimento 5 Stelle diviso sul Governo con Matteo Salvini e la destra?

Movimento 5 Stelle diviso? Come mai il M5S ora si allea con le altre forze politiche? Come sarà il nuovo Governo e quale sarà il futuro di questo partito?

Stampa

Movimento 5 Stelle diviso? Sono tante le domande che si stanno creando in questo momento politico del Movimento 5 Stelle.

La prima cosa che ci si chiede è se il M5S è realmente unito o se è diviso.

La novità assoluta del 2018 è la possibilità di un'alleanza per il Governo.

Ma non era il Movimento 5 Stelle che non avrebbe dovuto fare alcun tipo di alleanza?

Nascerà un patto tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini?

Cosa può nascere da un Governo Movimento 5 Stelle e Lega Nord?

Su questi presupposti qual è il futuro di questo partito?

 

Movimento 5 Stelle diviso?

Il Movimento 5 Stelle è diviso? Sembra proprio di no.

Il partito politico è uscito dalle ultime elezioni politiche 2018 come il partito più grande d'Italia.

Ma non solo.

Il Movimento 5 Stelle è palesemente cresciuto quanto a voti dalle passate elezioni a queste ultime.

Saranno stati proprio questi anni a far crescere anche i suoi componenti e di conseguenza anche la mentalità stessa del partito.

In molti sono rimasti sorpresi nel vedere come Luigi Di Maio, l'attuale leader, ha aperto l'ultima campagna elettorale.

Posizioni nuove e posizioni concrete.

Non è il momento di uscire dall'Europa.

Prometto agli Italiani un Governo nel caso di vittoria.

Questo è come Luigi Di Maio ha aperto la sua campagna elettorale.

E gli elettori lo hanno premiato.

Il Movimento 5 Stelle è il partito che ha preso più voti alle ultime elezioni politiche.

Il problema è che il Centrodestra è la coalizione che ha preso più voti.

E' proprio da questo punto di vista che nasce la necessità di un'alleanza.

 

Come mai il Movimento 5 Stelle ora si allea?

Come mai il Movimento 5 Stelle ora si allea? Tutto è cominciato dalla passata campagna elettorale.

In questa occasione Luigi Di Maio ha promesso che in caso di vittoria ci sarebbe stato un Governo.

E così, data la divisione politica del paese, l'attuale legge elettorale e la mancanza del premio di maggioranza, nessuna coalizione e nessun partito ha i numeri per Governare.

Non ce li ha il Movimento 5 Stelle.

Non ce li ha il Centrodestra.

Non ce li ha il Centrosinistra.

Quest'ultima coalizione, guidata principalmente dal Partito Democratico e dal dimissionario Matteo Renzi (che si dimetterà solo dopo la formazione del Governo) ha chiuso le porte al Movimento 5 Stelle.

Una volta per uno non fa male a nessuno dice il proverbio.

Nel 2013 era stato il Movimento 5 Stelle a rifiutare un'alleanza con il Partito Democratico (che scelse di fare un Governo con Silvio Berlusconi).

Nel 2018 è il Partito Democratico che rifiuta di fare un'alleanza con il Movimento 5 Stelle (che è in trattativa con il Centrodestra guidato da Matteo Salvini).

 

Luigi Di Maio o Matteo Salvini?

Luigi Di Maio o Matteo Salvini? In base ai voti delle passate elezioni politiche il Presidente della Repubblica dovrà scegliere uno dei due politici per la formazione del Governo.

E' difficile pensare di poter scegliere qualcun altro.

Luigi Di Maio, quindi, cerca di tenere fede alla promessa data agli elettori in campagna elettorale, quella di dare un Governo al paese.

Fino a questo punto il Movimento 5 Stelle è apparso molto unito e anche molto cresciuto sotto diversi aspetti.

Si può anche pensare che quello che Luigi Di Maio sta facendo è una strategia per avere la possibilità di essere incaricato dal Capo dello Stato di formare un Governo.

Tuttavia dato che Matteo Salvini non sembra volersi staccare da Silvio Berlusconi, non ci sono i presupposti per fare un Governo a guida Lega e Movimento 5 Stelle.

Infatti negli ultimi giorni gli eventi che si sono susseguiti fanno escludere definitivamente questo aspetto.

 

Come sarà il futuro del M5S?

Come sarà il futuro del Movimento 5 Stelle? Dati gli attuali temi e quelli trattati in questo articolo si prospettano due principali strade per il Movimento 5 Stelle.

La prima è quella legata ad un possibile Governo con la Lega Nord.

Da questo punto di vista bisogna vedere poi che cosa realmente si riesce ad attuare.

Luigi Di Maio è molto determinato su un punto importante: non ci sarà per forza il Governo.

Il leader del Movimento 5 Stelle ha detto che non vuole replicare quello che ha fatto Matteo Renzi con il suo Governo, ma di creare un esecutivo se c'è la possibilità di attuare buona parte del programma politico del M5S e quelle riforme che gli italiani stanno chiedendo.

La seconda strada è quella legata al fatto che non si trovino i numeri per un nuovo Governo.

In questo caso si tornerebbe al voto.

Tuttavia a questo punto gli italiani dovrebbero scegliere non più come è successo il 4 marzo ma su due diverse strate:

deve governare il Movimento 5 Stelle o la Lega Nord?

Non si esclude anche un terza ipotesi in cui si cambi la legge elettorale e poi si torni al voto.

Solo così ci sarebbe la possibilità di dare una stabilità politica ad un paese politicamente instabile.

A tal proposito saranno decisivi gli eventi dei prossimi giorni.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Informativa

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Puoi negare o modificare le tue preferenze sui cookie in qualsiasi momento sulla nostra Cookie Policy. Se vuoi saperne di più su come gestiamo la tua privacy consulta la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso di tutti i cookies.