Nuovo Segretario Generale PD 2018: chi è? Primarie Partito Democratico

Nuovo Segretario Generale del Partito Democratico 2018: chi sarà? Primarie PD: chi è e chi sarà alla guida del partito? Zingaretti, Gentiloni o Calenda?

Stampa

Nuovo Segretario Generale del PD 2018: chi è? Matteo Renzi lascia la direzione del Partito Democratico e presto ci saranno le primarie del partito.

Dopo la sconfitta politica delle passate elezioni politiche, l'ex Presidente del Consiglio ha annunciato le sue dimissioni da Segretario Generale del Pd.

Chi sarà quindi il nuovo leader del partito?

Chi sono i principali nomi?

Quando si vota?

Quale sarà il futuro politico del Partito Democratico?

 

Nuovo Segretario Generale del Partito Democratico 2018: chi è?

Chi è il nuovo Segretario Generale del Partito Democratico? Matteo Renzi ha annunciato le dimissioni come leader del PD.

Dopo la pesante sconfitta politica dello scorso 4 marzo, l'ex Presidente del Consiglio ha deciso di lasciare la direzione del suo partito.

Nonostante la sconfitta politica, la corrente renziana è quella che ha ottenuto il maggior numero di voti all'interno del Partito Democratico.

Tuttavia per Matteo Renzi non è abbastanza e conferma le sue dimissioni ma ci tiene a guidare il partito in questa prima fase di Governo e anche a non passare come capro espiatorio per la sconfitta politica del Centrosinistra.

Il Partito Democratico appare diviso anche sulla scelta dell'opposizione di Governo o meno.

Michele Emiliano ha parlato di una possibile alleanza con il Movimento 5 Stelle per un Governo dalle Larghe Intese.

Matteo Renzi lo esclude a priori.

Intanto Michele Emiliano, Dario Franceschini e Andrea Orlando prendono le distanze da Matteo Renzi che nonostante le dimissioni continua a guidare il Partito Democratico in questa prima fase di post elezioni.

Segretario Generale del Pd 2018: saranno le primarie del Pd a dare una direzione al partito e a dettare la linea dei prossimi mesi. 

 

Primarie del Pd

Quando ci saranno le primarie del PD? Non c'è ancora una data a già nei prossimi giorni i vertici del partito faranno capire quale sarà la direzione.

Matteo Renzi ha detto che non si candiderà alle primarie del partito.

Tra le ipotesi c'è anche quella di eleggere un Segretario Generale di transizione che guidi il Partito Democratico almeno fino al 2019, anno in cui si potrebbero fare le nuove primarie del partito.

Per un ruolo di transizione si pensa alla figura politica di Maurizio Martina.

Anche i vecchi leader si stanno interessando al caso del partito di Centrosinistra.

Romano Prodi ha dichiarato che il Partito Democratico non è ancora finito e che si può trovare una strada da percorrere.

Anche Walter Veltroni sta cercando di mediare affinché il partito non si sciolga.

L'ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha annunciato che il PD dovrebbe ammettere e annunciare la sua sconfitta, un evento che era facilmente prevedibile già prima delle elezioni politiche.

Mentre Matteo Renzi esce da leader del Partito Democratico ci sono volti nuovi e volti noti che si fanno avanti.

Scopriamo nei paragrafi che seguono chi sono i possibili candidati alle Primarie del Partito Democratico.

 

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti è il Presidente della Regione Lazio che alle ultime elezioni regionali (che sono state lo stesso giorno delle elezioni politiche) è stato riconfermato alla guida della Regione.

Tra le politiche e le amministrative ci sono sempre delle notevoli differenze.

Infatti nonostante la sconfitta del Partito Democratico, Nicola Zingaretti ha fatto prevalere il partito nel territorio laziale, avendo la meglio sul Centrodestra e sul Movimento 5 Stelle.

Così oggi Nicola ZIngaretti è visto da molti come il possibile nuove leader del Partito Democratico.

In un primo momento aveva annunciato che avrebbe fatto solo il Presidente del Lazio.

Ora Nicola Zingaretti viene in soccorso del PD e non vuole deludere tutti quelli che credono in lui.

Così annuncia che si presenterà alle prossime primarie del Partito Democratico.

Spende anche diverse parole per Matteo Renzi, un politico importante per il Centrosinistra, che deve continuare a fare parte di questa realtà politica.

 

Paolo Gentiloni

Paolo Gentiloni del Partito Democratico è  un altro dei possibili uomini che potrebbe essere nominato come leader del Partito Democratico.

Nonostante la sconfitta elettorale del Centrosinistra, l'ex Presidente del Consiglio ha conquistato la fiducia di una buona parte degli elettori italiani e non solo dato che è anche ben visto a livello internazionale.

Un Partito Democratico dopo Matteo Renzi potrebbe quindi essere nella mani di Paolo Gentiloni.

Infatti durante la passata campagna elettorale è stato proprio il rottamatore a volerlo in prima linea al suo fianco.

Così come buona parte del Partito Democratico anche Paolo Gentiloni si rassegna al fatto che per il partito comincia una nuova era, quella dell'opposizione, un periodo in cui il partito potrà rilanciarsi verso il futuro o essere sopraffatto dalle diverse correnti interne.

Paolo Gentiloni potrebbe essere uno di quegli uomini in grado di tenere tutti uniti e di portare avanti il Partito Democratico in questa nuova fase politica.

 

Carlo Calenda

Carlo Calenda il nuovo politico del Partito Democratico: chi è? Politico Italiani e manager di grandi aziende.

Carlo Calenda si è tesserato nel Partito Democratico subito dopo la sconfitta delle elezioni politiche.

Un ingresso insolito ma gradito da molti che lo vedono come uno dei possibili candidati alle prossime primarie del partito.

Lui non si sbilancia e a riguardo non dice nulla.

Carlo Calenda è netto: non ci deve essere nessuna alleanza con il Movimento 5 Stelle, questo perché bisogna rispettare i voti presi e per via delle diversità politiche.

Il nuovo membro del Partito Democratico ha detto che in questo momento tutti gli uomini del Partito Democratico devono farsi forza per riportare in alto il partito.

Tuttavia Ettore Rosato ricorda che secondo quanto previsto dal regolamento interno del Partito Democratico attualmente Carlo Calenda non potrebbe presentarsi alle primarie dato che si è appena tesserato.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Informativa

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Puoi negare o modificare le tue preferenze sui cookie in qualsiasi momento sulla nostra Cookie Policy. Se vuoi saperne di più su come gestiamo la tua privacy consulta la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso di tutti i cookies.