Spesometro scadenze 2018 semestre e trimestre Agenzia delle Entrate

Spesometro scadenze 2018: tutte le scadenze semestrali e trimestrali, cos'è, come funziona, documenti, istruzioni per i versamenti all'Agenzia delle Entrate

Stampa

Spesometro scadenze 2018: le scadenze dello spesometro quest'anno saranno trimestrali e semestrali.

Tutti i soggetti interessati dovranno presentare entro i termini stabiliti tutta la documentazione all'Agenzia delle Entrate.

Scopriamo in questo articolo:

quali sono le scadenze dello spesometro per il 2018;

quali sono le date dei semestri;

quali sono le date dei trimestri da rispettare.

Guida completa alle scadenze dello spesometro 2018.

 

Spesometro scadenze 2018

Spesometro scadenze 2018: lo spesometro è lo strumento ideato dal Fisco italiano per combattere l'evasione fiscale in Italia, in particolare l'Iva.

La prossima scadenza è prevista per il 31 maggio 2018.

E' bene conoscere tutti i dettagli.

Sono soggetti al suo utilizzo i seguenti contribuenti:

  • soggetti titolari di partita Iva;
  • imprese;
  • lavoratori autonomi.

Cos'è lo spesometro: si tratta di uno strumento dell'Agenzia delle Entrate che consente di verificare se ci sono delle incongruenze tra quanto dichiarato dal contribuente e quanto posseduto.

Per adempiere allo spesometro bisogna rispettare tutte le sue scadenze che per quest'anno sono sia trimestrali che semestrali.

Scopriamo tutte le date nel paragrafo che segue.

 

Spesometro scadenze 2018 semestre

Spesometro scadenze semestrale 2018: le scadenze semestrali dello spesometro riguardano sia le dichiarazioni dell'anno corrente che di quello passato.

Per il 2018 sarà opzionale optare per una scadenza semestrale.

Vediamo nel dettaglio tutte le date da rispettare.

Spesometro 2017:

  • 1° semestre scadenza 16 ottobre 2017;
  • 2° semestre scadenza 6 aprile 2018.

Spesometro 2018:

  • 1° semestre scadenza 1 ottobre 2018;
  • 2° sestre scadenza 28 febbraio 2019.

Spesometro scadenze 2018 semestre: slitta al 6 aprile 2018 la scadenza dello spesometro relativa al secondo semestre del 2017.

Inizialmente la scadenza era stata fissata per il 28 febbraio 2018, successivamente slittata con il Comunicato dell'Agenzia delle Entrate del 5 febbraio 2018 numero 29190.

Sempre entro la stessa data sarà possibile, per chi non lo avesse fatto, integrare i dati relativi al primo semestre del 2017 senza incorrere in sanzioni.

Quindi la data del 6 aprile 2018 riguarda il 2017.

Per il 2018, invece, la data di scadenza del primo semestre è per il 1 ottobre del 2018.

A differenza dell'anno passato, nel 2018 sarà possibile fare le comunicazioni con cadenza semestrale o trimestrale.

Scopriamo queste ultime nel paragrafo che segue.

 

Spesometro scadenze 2018 trimestre

Spesometro scadenze 2018 trimestre: ecco le scadenze trimestrali dello spesometro nel 2018:

  • 1° trimestre 2018 scadenza 31 maggio 2018;
  • 2° trimestre 2018 scadenza 1° ottobre 2018;
  • 3° trimestre 2018 scadenza 30 novembre 2018;
  • 4° trimestre 2018 scadenza 28 febbraio 2019.

Come abbiamo visto, queste sono tutte le date utili che devono essere rispettate durante l'anno.

Tutti coloro che non faranno venire per tempo la dovuta documentazione all'Agenzia delle Entrate saranno soggetti alle sanzioni previste dall'articolo 11 del Decreto Legislativo 18 dicembre 1997 numero 471, per un minimo di 258 euro fino ad un massimo di 2.065 euro.

 

Spesometro documenti e istruzioni Agenzia delle Entrate

Spesometro documenti e istruzioni: i dati relativi allo spesometro devono essere inviati in modalità analitica.

I documenti da inviare per lo spesometro sono:

  • dati dei soggetti che sono coinvolti nelle operazioni;
  • data della fattura;
  • numero della fattura;
  • base imponibile;
  • l'aliquota che viene applicata;
  • imposte applicate;
  • il tipo di operazione che è stata eseguita.

A seguito del Decreto Legislativo 148 del 2017, attuato per creare una semplificazione nell'utilizzo dello spesometro, è possibile indicare solamente la partita Iva o il codice fiscale dei soggetti coinvolti nelle operazioni.

Il 2018 sarà l'ultimo anno in cui si utilizzerà lo spesometro.

A partire dal prossimo anno infatti, questo strumento sarà superato dalla nuova fattura elettronica.

Quindi l'ultima scadenza relativa allo spesometro sarà relativa al 28 febbraio 2019 che manderà in pensione questo strumento che il fisco italiano ha adottato dal 2010 ad oggi.

COPYRIGHT POLITICANTI.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Informativa

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Puoi negare o modificare le tue preferenze sui cookie in qualsiasi momento sulla nostra Cookie Policy. Se vuoi saperne di più su come gestiamo la tua privacy consulta la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso di tutti i cookies.